rotate-mobile
Attualità Bari Vecchia

"Quattordici mesi di immobilismo" sulla palazzina Opere Pubbliche del lungomare: i comitati presentano esposto e diffida a ministro

Il gruppo che riunisce le associazioni che da anni seguono la vicenda chiede di agire al più presto. A fine settembre Conferenza dei Servizi per stabilire conformità rispetto al vincolo in cui ricadrebbe l'opera

Un ulteriore esposto alla Procura per spiegare che la palazzina del Provveditorato Opere Pubbliche sul lungomare di Bari "è ancora utilizzata come sedi operative a 14 mesi di distanza" dalla sentenza del Consiglio di Stato che a luglio 2018 ha decretato l'illegittimità dell'autorizzazione per il suo ampliamento, poiché all'interno di un'area vincolata, a poca distanza dal Castello Svevo: è una delle iniziative intraprese dal Comitato Parco del Castello per chiedere l'abbattimento della struttura in favore di una riqualificazione verde dell'area. Stamane, nello studio dell'avvocato Luigi Paccione, da anni a fianco del Comitato, è stato fatto il punto della situazione. A fine settembre è prevista la convocazione di un Conferenza dei Servizi per verificare un nuovo parere sulla conformità rispetto al vincolo.

"Nulla di fatto dopo 14 mesi"

"A 14 mesi da questa sentenza - spiega a BariToday Andrea Guarnieri Calò Carducci, presidente del Comitato Parco del Castello - non si è mosso nulla. L'11 settembre scorso abbiamo notificato una diffida al neo ministro per le Infrastrutture, Paola De Micheli, ricordando che, per legge, è tenuta a intervenire laddove un abuso edilizio è effettuato dallo Stato, come stabilito dalla sentenza del CdS. Riteniamo che la procedura seguita nella Conferenza dei servizi per autorizzare l'ampliamento sia illegittima. La decisione dei giudici, inoltre, riporta una planimetria realizzata da un perito pe conto del Consiglio di Stato, in cui si può vedere che l'ampliamento ricade quasi totalmente nel vincolo mentre la palazzina anni '50 per circa metà". Qualche altra settimana, dunque, e si potrà avere un quadro ancor più chiaro della vicenda: "Sarà una bella gatta da pelare - Guarnieri - per chi dovrà poi esprimersi in quella riunione, nella quale, secondo noi, si dovrà ragionare sul fatto che si stia parlando di un edificio abusivo ampliato abusivamente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Quattordici mesi di immobilismo" sulla palazzina Opere Pubbliche del lungomare: i comitati presentano esposto e diffida a ministro

BariToday è in caricamento