rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità Murat / Piazza Cesare Battisti

"No al Parco della Giustizia di Bari", in centro la protesta di comitati e associazioni ambientaliste

Per i promotori della contestazione il progetto, il cui completamento è previsto per il 2026, creerebbe problemi dal punto di vista ambientale.

Protesta, questa mattina, in piazza Cesare Battisti a Bari, da parte di alcuni esponenti delle associazioni ambientaliste e dei partiti di sininstra del territorio contro la realizzazione del Parco della Giustizia alle Casermette, opera destinata a ospitare le sedi giudiziarie del capoluogo pugliese unificando vari uffici attualmente sparsi per la città. 

La manifestazione si è svolta a pochi passi dall'Università dove erano presenti, tra gli altri, il viceministro della Giustizia, Francesco Paolo Sisto, e il sindaco di Bari, Antonio Decaro. Per i promotori della contestazione (tra loro anche Rifondazione Comunista Bari, Unione Popolare e Fare Verde), il progetto, il cui completamento è previsto per il 2026, creerebbe problemi dal punto di vista ambientale. Gli attivisti del Coordinamento di cittadini, associazioni e comitati territoriali per la salvaguardia dell'ambiente e della tutela dei territori Puglia sostengono che "si vorrebbe, senza alcun ritegno, far passare come intervento di rigenerazione urbana un enorme edificio giudiziario sovracomunale di 500mila mc e con al seguito 3-4mila auto al giorno" su aree "di un quartiere, come Carrassi, dove il verde è abissalmente al di sotto della quantità minima inderogabile prevista dalla legge".

"Tutti i cittadini - si legge ancora nel messaggio degli attivisti - che hanno a cuore il rispetto e la tutela dell'ambiente, la tutela del diritto alla salute e l'onorabilità delle istituzioni pubbliche, non possono far passare una tale iniziativa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No al Parco della Giustizia di Bari", in centro la protesta di comitati e associazioni ambientaliste

BariToday è in caricamento