Allagamenti in strada Annunziata, dopo un anno pronti a ripartire i lavori sulla fogna: "Cantiere al via il 9 luglio"

Il blocco dei lavori fu disposto a luglio dello scorso anno per il ritrovamento di una necropoli antica. Questa mattina il sopralluogo dell'assessore Galasso

Sopralluogo mattutino dell'assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso, in strada Annunziata. Diverse le lamentele dei residenti della via di Bari vecchia, esasperati dai ripetuti allagamenti dovuti alle abbondanti piogge che hanno colpito la città negli ultimi giorni. Un problema che sarà risolto con il completamento degli interventi sulla rete fognaria (di fognatura bianca, nera e della rete idrica), rimasti bloccati da quasi un anno.

La ripartenza dei lavori

A luglio scorso, infatti, il ritrovamento di un'antica necropoli all’interno dei locali di proprietà comunale a ridosso della Muraglia aveva obbligato la Sovrintendenza a fermare il cantiere, per rimuovere le 18 sepolture scoperte, recuperare i reperti archeologici e restaurare una porzione di muro antico rinvenuto con gli scavi eseguiti in loco. Dal 9 luglio i lavori - affidati all'impresa De Cicco per un importo complessivo di 360mila euro, finanziati dal piano di riqualificazione 'Urban' - riprenderanno e si partirà dalla realizzazione della tubatura verticale che dal fondo dei locali comunali salirà in verticale fino a largo Annunziata, per poi procedere con la posa delle tubazioni lungo tutta la omonima strada. Nel corso delle lavorazioni le basole presenti saranno sollevate e poi ricollocate e tutti i tubi idrici sospesi saranno definitivamente rimossi.

“Dopo la visita del Papa riapriremo questo cantiere - ha commentato Giuseppe Galasso -  confidando in un’esecuzione rapida delle lavorazioni necessarie a rendere vivibile una strada ripetutamente interessata da fenomeni di allagamento dovuti all’assenza della rete fognaria nonché alla conformazione della strada stessa, molto stretta, per di più ad una quota ben più bassa delle strade circostanti. Comprendo perfettamente la rabbia dei residenti, ed è la ragione per cui ho voluto incontrarli dopo le piogge di questa notte, che ancora una volta li hanno costretti a svuotare dall’acqua locali e abitazioni al piano strada. I lavori programmati consentiranno di risolvere una volta per tutte una questione che si trascina da troppi anni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento