Domenica, 26 Settembre 2021
Attualità

Un Patto per favorire la lettura a Bari: l'iniziativa del Comune coinvolge reti sociali e di volontariato

L'assessore Bottalico: "Vogliamo consolidare l’esperienza realizzata in questi anni in un’ottica di welfare culturale, al fine di valorizzare appieno la lettura come momento essenziale per la costruzione di una nuova idea di cittadinanza consapevole e inclusiva"

Un 'patto locale' per la lettura, con l'obiettivo di favorire la cultura del libro a Bari. L'iniziativa, approvata dalla Giunta comunale, è finalizzata a coinvolgere il più ampio numero di soggetti istituzionali, associativi, sociali, di volontariato impegnati per la promozione di esperienze di welfare culturale.

“Con il Patto locale per la lettura - commenta l'assessore cittadino al Welfare, Francesca Bottalico - vogliamo consolidare l’esperienza realizzata in questi anni in un’ottica di welfare culturale, al fine di valorizzare appieno la lettura come momento essenziale per la costruzione di una nuova idea di cittadinanza consapevole e inclusiva. Con l’avvio, quattro anni fa, dell’esperienza di Bari Social Book si è innescato un processo di comunità generativo di nuovi spazi e nuove pratiche, a partire dal piacere della lettura condivisa e intergenerazionale. Grazie a questa rete, che oggi conta oltre 100 realtà, abbiamo ottenuto per tre anni il riconoscimento nazionale Città che legge da parte del Cepell, oltre a un premio speciale lo scorso anno che ci ha consentito di avviare la prima biblioteca sull’acqua e 5 spazi sociali per leggere, tematici in ogni Municipio. In questo percorso nasce l’idea del Patto, al quale aderiranno non solo i rappresentanti della rete storica di Bari Social Book ma anche chiunque, attraverso questo avviso, voglia cogliere questa nuova sfida con l’idea di creare una rete di collaborazione permanente tra tutte le realtà attive sul territorio comunale interessate a rendere la lettura uno strumento educativo diffuso”.

All’avviso, pubblicato sul sito del Comune, potranno aderire tutti gli organismi in possesso dei seguenti requisiti: sperienza e professionalità nel settore dell’inclusione sociale e socio culturale anche  attraverso la lettura, il libro, l’editoria e della cultura, tutte le scuole di ogni ordine e grado, istituti, enti, associazioni, realtà sociali che dimostrino di aderire ai principi del Patto locale per la lettura di Bari, che svolgano o vogliano svolgere attività di promozione della lettura coordinata e collettiva, orientata alla diffusione e valorizzazione della lettura come strumento di benessere individuale e sociale, raggiungendo il maggior numero di cittadini, per la crescita culturale, sociale e civile della comunità. All'iniziativa potranno aderire anche i partner della rete di Bari Social Book.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Patto per favorire la lettura a Bari: l'iniziativa del Comune coinvolge reti sociali e di volontariato

BariToday è in caricamento