Primo sì al Piano Sociale 2018-2010: sessantotto milioni per servizi e progettualità del welfare

Il dossier è stato presentato dall'assessore Francesca Bottalico in Giunta: nei prossimi giorni vi sarà l'approvazione della Regione e della Conferenza dei Servizi

L'assessore Francesca Bottalico

Circa 68 milioni di euro per progetti, servizi e patti di partecipazione riguardanti il welfare e l'assistenza cittadina: la Giunta Comunale ha preso atto della proposta di Piano sociale di zona 2018/2020 nell'Ambito territoriale sociale del capoluogo pugliese, condivisa dall'apposita Cabina di regia avviata negli scorsi mesi e presentata dall'assessore Francesca Bottalico. La redazione del piano ha visto cinque sedute di partecipazione con sindacati, partenariato istituizionale e terzo settore, affrontando argomenti come povertà, immigrazione, anziani, disabilità e minori ma anche famiglie, contrasto alla violenza di genere, inclusione lavorativa e serviziper l'infanzia. Centosette le realtà coinvolte con 33 progettualità presentate, 24 patti di partecipazione e 87 servizi previsti. La proposta sarà ora al vaglio della Regione: dopo la sua approvazione, provavilmente entro i primi gi9orni della settimana prossima, vi sarà il sì definitivo al documento attraverso a conferenza di servizi alla quale parteciperanno il Comune di Bari, la Città metropolitana e la ASL Bari nonché i componenti del coordinamento istituzionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Si tratta del risultato di un lungo lavoro - commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico - per il quale ringrazio tutti coloro che, nei diversi ruoli, hanno contribuito a progettare la programmazione sociale per il triennio 2018/20 che sarà lo strumento guida per rispondere ai bisogni sociali dei cittadini e a una città in pieno cambiamento: un percorso ancora più significativo perché ha sperimentato una forma di welfare partecipato attraverso il coinvolgimento delle più di 130 realtà sociali, socio-sanitarie, culturali, del volontariato, laico e cattolico, dei sindacati e delle istituzioni che hanno condiviso con noi il percorso di analisi e programmazione, formulando proposte poi totalmente acquisite nella nuova programmazione"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento