Al Policlinico di Bari torna operativo il padiglione Asclepios: ripartono gli interventi al cuore e le operazioni cardiovascolari

Dopo i mesi in cui era stato riconvertito interamente in Covid Hospital, il padiglione ritrova la sua regolare attività chirurgica. Nelle prossime settimane saranno aperti anche gli altri piani della struttura

Dopo i mesi in cui era stato riconvertito interamente in Covid Hospital, il padiglione Asclepios del Policlinico di Bari ritrova la sua regolare attività chirurgica. Sono rientrate le prime unità operative, Cardiochirurgia e Chirurgia Vascolare, con la riapertura di tre sale operatorie e il ritorno dei pazienti nelle stanze. Da ieri (martedì 7 luglio, ndr) sono tornati operativi i due reparti in modo completo dopo il trasloco degli arredi e il trasferimento dei degenti. 

Tutti i piani torneranno operativi gradualmente, dopo interventi di sanificazione e riqualificazione: "“Non posso che rallegrarmi con gli sforzi fatti dalla direzione generale e dalla direzione sanitaria per
riportarci a casa, finalmente dopo alcuni mesi di sofferenza possiamo tornare nel complesso operatorio e in un reparto completamente ristrutturato e pronto per accoglierci – commenta il direttore dell’unità operativa di Chirurgia vascolare, prof. Raffaele Pulli – Cercheremo nelle prossime settimane e nei prossimi mesi di recuperare il tempo perso”. Già ieri sono stati eseguiti due interventi per patologie della carotide".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

  • Un'altra stretta con il nuovo decreto anti Covid: Puglia verso la zona arancione?

  • Coronavirus, a Bari oltre 3mila casi accertati: l'area San Girolamo-Fesca-Stanic-San Paolo è la più colpita

Torna su
BariToday è in caricamento