rotate-mobile
Attualità

Accesso diretto, spazi più ampi e aree divise per urgenze: ecco il nuovo pronto soccorso del Policlinico

L'inaugurazione dopo tre mesi di lavori: riorganizzati accessi e percorsi, trasformate accettazione e sala d'attesa, allestita anche un'area ambulatoriale

Il Policlinico di Bari ha il suo nuovo pronto soccorso. Questa mattina l'inaugurazione, dopo il completamento dei lavori di ristrutturazione, entrati nel vivo a luglio. Tre mesi per trasformare organizzazione e ambienti: dall'accesso diretto alla creazione di percorsi differenziati in base al livello d'urgenza, dall'ampliamento degli spazi all'allestimento di un'area ambulatoriale e di sale attrezzate con tecnologia d'avanguardia, radiologia con TAC ad alta risoluzione. Senza dimenticare le aree dedicate all'attesa e all'accoglienza, con una nuova accettazione e anche una piccola libreria a disposizione degli accompagnatori.

Policlinico, ecco il nuovo pronto soccorso

 

All'inaugurazione ha partecipato il presidente della Regione, Michele Emiliano, insieme al sindaco di Bari, Antonio Decaro, al Rettore dell’Università degli Studi di Bari, Stefano Bronzini e al Direttore Generale Giovanni Migliore e al commissario straordinario di Asset, Elio Sannicandro. La struttura barese è la prima in Puglia ad essere realizzata secondo le indicazioni del programma ‘#Hospitality’ voluto dalla Regione Puglia e disegnato da ASSET - Agenzia Sviluppo Ecosostenibile Territorio Regione Puglia, in collaborazione con AReSS Puglia.

Emiliano: "Un modello che pensa al paziente"

"La stessa cosa la stiamo realizzando in tutti i pronto soccorso della Puglia a cominciare da Lecce, Foggia, Bari, Brindisi, Taranto e Barletta, tutti saranno profondamente cambiati - ha detto Emiliano intervenendo all'inaugurazione - Basta situazioni impossibili di attesa, informazioni che non arrivavano mai, ansia che lievitava a dismisura. Il nostro modello di pronto soccorso pensa al paziente, senza trascurare il rapporto con i congiunti e con gli accompagnatori. Abbiamo creato un ambiente civile, perché le persone vanno rispettate. E da oggi abbiamo uno dei migliori Pronto soccorso d’Italia. Certamente non è semplice, perché cambiare in quattro anni tutto quello che per tanto tempo era rimasto identico non è facile, ma ce la stiamo mettendo tutta, grazie ad una fortissima spinta di popolo e con l'aiuto dei dipendenti del Sistema Sanitario Regionale pugliese", ha detto Emiliano ringraziando anche i cittadini per le loro segnalazioni. "La sanità va gestita tutti insieme: ho bisogno di voi, ho bisogno dei dipendenti e di creare una comunità che farà l'orgoglio della Puglia. Sono davvero contento per questo risultato ottenuto. Sappiamo che c’è ancora tanto da fare, ma passo dopo passo stiamo migliorando tutta la Sanità pugliese".

Migliore: "Un reparto senza barriere"

Il nuovo Policlinico di Bari, ha detto il direttore generale Migliore, è "una sfida per il modello di accoglienza che vuole mettere in atto. È senza barriere per far si' che il paziente trovi ciò che si aspetta". "Lo abbiamo fortemente voluto fin dal primo giorno del mio insediamento - ha detto - sono andato in Pronto soccorso perchè ritengo sia il reparto dove tutti noi abbiamo la necessita' di avere la svolta che ci aspettiamo. Oggi cambia il punto di vista del Policlinico, cambia il punto di vista nell'ottica di ridisegnare i percorsi partendo dal paziente. Un nuovo accesso per un nuovo Policlinico al servizio del paziente". L'obiettivo del nuovo reparto è "rendere palpabile la differenza tra chi arriva con la necessità di accedere a una grande struttura specialistica come il Policlinico e che verrà accolto e assistito con alta intensità di cura immediatamente con tutto ciò che è necessario: un'area intensiva, una radiologia di altissimo livello con tecnologia unica in Italia rispetto a un'area ambulatoriale dove i pazienti trovano qualcosa come 300mila prestazioni l'anno in consulenza, dove trovano professionisti che li assistono", ha aggiunto il Dg e ha concluso con un auspicio: "Ci auguriamo che prima o poi questo Pronto soccorso possa costituire una svolta reale e i nostri pazienti si rendano conto che ogni accesso, che costa 300 euro, è una risorsa che investiamo molto volentieri e che potremmo usare nel loro interesse per offrire qualcos'altro".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accesso diretto, spazi più ampi e aree divise per urgenze: ecco il nuovo pronto soccorso del Policlinico

BariToday è in caricamento