Attualità

Migliori tesi di dottorato in Chimica inorganica: premiata una dottoranda dell'Università di Bari

Alessandra Barbanente riceverà il titolo in occasione del XXVII Congresso Nazionale della Società Chimica Italiana, SCI2021, in programma a settembre

Migliore tesi di dottorato in Chimica inorganica a una dottoranda dell'Università degli Studi di Bari. Ad assegnarlo il direttivo della Divisione di Chimica Inorganica della Società Chimica Italiana, che ha premiato Alessandra Barbanente per il lavoro svolto durante il dottorato in Scienze chimiche e molecolari.

"Le attività di ricerca portate avanti dalla dott.ssa Alessandra Barbanente durante il suo dottorato - spiega l'Università in una nota - svolto presso i laboratori di Chimica Bioinorganica del Dipartimento di Chimica sotto la supervisione del prof. Nicola Margiotta, sono state mirate allo sviluppo e funzionalizzazione di biomateriali osteoinduttivi da utilizzare per il rilascio di farmaci antitumorali di platino per il trattamento dei tumori e delle metastasi ossee". Nel suo lavoro, la Barbanente ha sviluppato matrici di idrossiapatite funzionalizzate con selenio, un elemento di per se dotato di proprietà antitumorali, sulle quali sono stati adsorbiti farmaci antitumorali di platino appositamente preparati per il loading su matrici inorganiche o il targeting di tessuti biologici entrambi ricchi di ioni calcio. Il Premio le sarà conferito virtualmente in occasione del XXVII Congresso Nazionale della Società Chimica Italiana, SCI2021 (14-23 settembre 2021) nel corso del quale la dottoranda esporrà i risultati del suo lavoro di tesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migliori tesi di dottorato in Chimica inorganica: premiata una dottoranda dell'Università di Bari

BariToday è in caricamento