menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Cgil Bari Fb

Foto Cgil Bari Fb

"La Festa del lavoro non sarà mai scontata", a Bari Vecchia in piazza Cgil, Cisl e Uil

Sul sagrato della Cattedrale decine di caschetti gialli a simboleggiare le morti bianche. In piazza San pietro scoperta una targa che ricorda cittadini e lavoratori vittime dell'esplosione della nave Henderson

Decine di caschetti gialli sul sagrato della Cattedrale a simboleggiare le vittime sul lavoro: in piazza Odegitria, nel cuore di Bari vecchia, si è svolta la manifestazione regionale di Cgil, Cisl e Uil per il Primo Maggio. Una lunga mattinata cominciatain piazza San Pietro dove è stata scoperta una targa, a cura dei tre sindacati, dedicata ai cittadini e ai lavoratori vittime dell'esplosione della nave Charles Henderson nel porto di Bari, avvenuta il 9 Aprile 1945,  "per ricordare il sacrificio di chi si schierò in prima linea per la Liberazione nonché la grande catena di solidarietà che si diffuse tra le persone in città per rispondere all'emergenza e non abbandonare nessuno".

"Diritti bistrattati da 20 anni di governi"

Quindi, l'appuntamento davanti alla Cattedrale: "La Festa del Lavoro - ha spiegato il segretario pugliese della Cgil, Gigia Bucci - non è e non sarà mai scontata. Qualcuno prova a svilire questa ricorrenza, molte imprese decidono di tenere aperte le proprie attività. Il lavoro, le sue tutele e i diritti sono stati messi sotto attacco dalle politiche dei governi che si sono succeduti negli ultimi 20 anni. Il lavoro è stato bistrattato nella sua dignità. Quando dicevano flessibilità intendevano dire precarietà. Penso -ha aggiunto Bucci - alle donne e ai giovani che scelgono di emigrare al Nord o all'estero impoverendo anche socialmente il nostro territorio". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento