Caos giustizia, la 'ricetta' del Ministero per Bari: "Tempi più celeri con la gestione telematica delle pratiche"

Mentre si attendono notizie certe sul trasferimento degli uffici nell'ex Palazzo Telecom, il ministero annuncia di voler puntare sulla digitalizzazione "per accelerare i tempi delle notifiche penali e favorire la regolare ripresa dei processi penali sospesi"

L'ex palazzo telecom scelto come nuova sede degli uffici giudiziari

Trasformare "gli uffici del capoluogo pugliese in realtà virtuose nella gestione telematica dei processi", come "opportunità di crescita e di sviluppo per accelerare i tempi delle notifiche penali e favorire la regolare ripresa dei processi penali sospesi". Così il Ministero punta a sbloccare la situazione della giustizia barese, ancora in affanno e senza sede (per quanto riguarda il tribunale penale) dopo lo sgombero del Palagiustizia di via Nazariantz. 

Così, mentre ancora si attendono noizie certe sul trasferimento degli uffici nell'ex Palazzo Telecom, individuato come nuova sede, arriva l'annuncio del Ministero che punta sulla "digitalizzazione a sostegno del Tribunale di Bari".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’obiettivo - è detto in una nota diffusa dal Ministero della Giustizia - è diffondere soluzioni informatiche e investire sulla formazione del personale per ridurre i tempi di attesa delle sentenze. Queste le linee di azione condivise in una riunione al Consiglio Giudiziario della Corte di Appello di Bari. Il punto di partenza è l’adozione del TIAP-document @ (Trattamento Informatico Atti Processuali). Si tratta di un applicativo, già utilizzato in altre realtà giudiziarie, che garantisce la gestione telematica del fascicolo con possibilità di integrare i contenuti nelle varie fasi processuali con atti, documenti e supporti multimediali". "Attraverso la scannerizzazione del cartaceo, si procede alla classificazione, alla codifica e all'indicizzazione del materiale con possibilità di ricerca, consultazione, esportazione e stampa di interi fascicoli così come di singoli atti. L’obiettivo del Ministero è quello di avviare un percorso virtuoso per rendere la giustizia italiana meno farraginosa e più efficiente, favorendo il taglio degli sprechi e garantendo ai cittadini risposte certe in tempi altrettanto certi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

  • Incendio a Valenzano: fiamme nelle vicinanze delle palazzine, avvertite anche delle esplosioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento