menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al via il processo per il disastro ferroviario Andria-Corato: parenti delle vittime in aula per la prima udienza

Nel corso della prima udienza, terminata in mattina, si sono costituite le parti civili. Alcuni familiari sono tornati a chiedere l 'inserimento della Regione Puglia tra i responsabili civili: il collegio tornerà a riunirsi il 2 maggio

Ha preso il via questa mattina, con la prima udienza davanti alla Corte di Assise del Tribunale di Trani, il processo per il disastro ferroviario sul binario unico Andria-Corato del 12 luglio 2016, in cui persero la vita 23 persone e altre 51 rimasero ferite.

In aula - come riporta Adn Kronos - è comparso un solo imputato - uno dei due capistazione - su 17 complessivi. Presenti anche i familiari delle vittime, che si sono costituiti come parti civili, alcuni dei quali hanno indossato magliette con le foto dei loro congiunti.

L'udienza, tenutasi nel corso della mattinata, è stata aggiornata al 2 maggio. Nella seduta odierna si sono costituite le parti civili, in particolare alcuni familiari delle vittime. Quelle presenti (sette /otto) hanno chiesto nuovamente, come fatto già nel corso dell'udienza preliminare con esito negativo, l 'inserimento della Regione Puglia tra i responsabili civili. Su  questo e sull'ammissibilità di altre parti civili il collegio giudicante dovrebbe decidere nella prossima udienza che come annunciato dalla presidente Giulia Pavese non si terrà nel tribunale ma nell'aula bunker della casa circondariale di Trani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento