Al via nelle scuole la ix edizione di ‘il buongiorno si vede dal mattino’, progetto di educazione alimentare e sportiva promosso da Di Leo

L’iniziativa, presentata nella Sala Giunta di Palazzo di città, raggiungerà anche il Nord Italia con il coinvolgimento delle scuole di Trento e Parma

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Il rischio di sovrappeso e obesità è maggiore nei bambini che non fanno abitualmente la prima colazione; eppure, in Italia, l’8% dei bambini la salta e il 33% la fa in modo inadeguato. Nonostante la nostra nazione sia la culla della dieta mediterranea, i bambini italiani sono tra i più grassi d’Europa con il 21% di obesi o in sovrappeso. Al Sud la situazione peggiora: ne soffre ben il 35% (Childhood Obesity Surveillance Initiative (2015-17) dell’Organizzazione Mondiale della Sanità). Accanto al nucleo familiare, la scuola ha un ruolo fondamentale per contrastare questa tendenza, così che numerosi istituti scolastici di Puglia e Basilicata ospiteranno anche quest’anno il progetto di educazione alimentare e sportiva "Il buongiorno si vede dal mattino" promosso da Di Leo Pietro Spa, impegnata nella produzione di prodotti da forno con origini nel 1663 ad Altamura e con sede a Matera. Nell’edizione 2018 "Il buongiorno si vede dal mattino" ha coinvolto 16 scuole e oltre 5 mila bambini. Quest’anno il progetto sarà realizzato in oltre venti scuole primarie, raggiungendo anche alcuni istituti a Trento e Parma. Attraverso il racconto di una favola una nutrizionista, supportata da slide creative e divertenti e in maniera interattiva, avrà il compito di trasmettere ai più piccoli i principi di una sana alimentazione, a partire da una corretta colazione, abbinata all’attività fisica. Per invogliare i bambini alla pratica sportiva saranno presenti anche dei campioni a livello nazionale nelle diverse discipline sportive. L’iniziativa, giunta alla nona edizione, è stata presentata a Bari, al Palazzo di città. Hanno preso parte il Cavaliere del Lavoro Pietro Di Leo, amministratore unico della Di Leo Pietro Spa, che ha illustrato le finalità e le modalità di esecuzione del progetto, l’assessore all’Ambiente e allo Sport del Comune di Bari Pietro Petruzzelli e la consigliera del Comune di Bari Rosa Grazioso, incaricata del sindaco per il supporto alle attività culturali nelle scuole dell'obbligo. All'incontro erano presenti anche i dirigenti scolastici degli istituti coinvolti, i docenti e numerosi genitori. «L’obesità infantile – ha commentato il Cavaliere del Lavoro Pietro Di Leo - è un fenomeno allarmante, che va contrastato a partire dalla scuola. L’educazione alimentare, abbinata a una corretta attività fisica, è uno dei pilastri dell’educazione alla salute: acquisire corrette abitudini a tavola fin dall’infanzia è fondamentale per gettare le basi di un futuro stile di vita sano, mirato al benessere fisico, psichico e sociale. Riteniamo sia doveroso stimolare le nuove generazioni a una maggiore consapevolezza dell’importanza di una alimentazione sana e bilanciata a partire dal pasto più importante della giornata, la prima colazione». "Il buongiorno si vede dal mattino" farà la sua prima tappa a Trento il 2 aprile; a Bari il progetto toccherà diverse scuole coinvolgendo quattro quartieri cittadini, dalla periferia al centro città. L’attenzione di Di Leo al mondo delle scuole si manifesta anche nell’ambito del ricco programma di ‘Matera 2019’ all’interno del quale l’azienda lucana è protagonista in qualità di ‘School partner’; tra le iniziative il progetto ‘Patrimonio in gioco’, che coinvolge 60 classi primarie e secondarie di primo grado della Basilicata nella scoperta, in un’ottica nuova, del concetto di ‘patrimonio’. Le classi delle scuole primarie seguono un percorso su temi legati al territorio, come il paesaggio o le donne che hanno fatto la storia dei luoghi mentre le classi delle scuole secondarie riproducono con una stampante 3D oggetti identificativi e desueti del proprio territorio che vengono reimmaginati. Con origini che affondano nel 1600 ad Altamura, la Di Leo Pietro SpA opera in uno stabilimento produttivo a Matera di circa 18.000 mq (su un’area totale di 100.000 mq) producendo e commercializzando una vasta gamma di prodotti da forno: biscotti tradizionali, dal basso contenuto calorico o biologici con importanti proprietà nutrizionali, a ridotto contenuto di grassi e senza zuccheri aggiunti. L’azienda ha ottenuto le certificazioni ISO 22000 – ISO 14001 – IFS che attestano la qualità dell’organizzazione; inoltre è stata una delle prime imprese del meridione ad aver ottenuto la BRC Global Standard Food, prestigiosa certificazione inglese di qualità, specifica del settore alimentare, nella categoria "A", massimo riconoscimento ottenibile. Nel 2016 l’azienda è entrata nel programma ‘Elite’ di Borsa Italiana che affianca le migliori PMI italiane in un percorso di sviluppo organizzativo e manageriale, oltre che per facilitarne l’internazionalizzazione.

Torna su
BariToday è in caricamento