Attualità

'Generazioni connesse' si conclude a Parco 2 Giugno: "Il 34% dei bambini accede a internet già a 10 anni"

E' uno dei dati emersi dai questionari distribuiti durante gli eventi del progetto sulle dipendenze derivate dall'uso di internet, realizzato cooperativa sociale Progetto Città in un bando dell'Assessorato al Welfare

I 'device connessi' a internet - smartphone e tablet, per fare due esempi - vengono ormai utilizzati sin da piccoli. Nel 34 per cento dei casi già dall'età di 10 anni. È uno dei dati emersi dal progetto 'Generazioni connesse', realizzato per sensibilizzare alle dipendenze digitali e fornire metodologie di contrasto.

Gli altri dati

Che esista una generazione ormai iperconnessa, lo dimostrano anche le altre risposte nei questionari consegnati durante gli incontri del progetto, che ha interessato 136 minori di età compresa tra gli 8 e i 13 anni e 111 adulti (genitori, giovani adulti e adulti over 65). Scorrendo i dati, scopriamo così che il 97 per cento degli intervistati possiede un device connesso ad internet, che la metà di loro lo usa ogni giorno, oltre un terzo (il 35 per cento) anche più di una volta al giorno.

Se andiamo a guardare invece il tempo di utilizzo quotidiano, scopriamo che il 31 per cento degli intervistati si connette per meno di un’ora al giorno, stessa percentuale di coloro che allungano i tempi sulla rete a 2/3 ore. Spesso senza essere controllati dai genitori, come avviene nel 73 per cento dei casi.

Generazioni connesse

Dati che mostrano il rischio di patologie legate proprio all'utilizzo eccessivo di internet, al centro anche dell'ultimo incontro in programma, previsto domani, venerdì 30 novembre, a partire dalle 11, nella Biblioteca dei Ragazzi[e] del parco 2 Giugno. Nel corso della mattinata saranno esposti i materiali di comunicazione creati in modo partecipato e condiviso dagli stessi ragazzi coinvolti durante le attività di Generazioni Connesse, realizzato dalla  cooperativa sociale Progetto Città nell’ambito dell’avviso per le attività finalizzate a favorire il contrasto alle povertà per minori e adulti, promosso dall’Assessorato al Welfare e finanziato con il 5 per 1000 dei cittadini baresi.

"Il lavoro dell’equipe di psicologi, educatori ed esperti - spiegano dal Comune - ha così contribuito, di concerto con l’amministrazione comunale, alla promozione di una 'comunità educante' costituita da minori e adulti per contrastare le dipendenze non da sostanze e di supportare famiglie e minori alle prese con patologie legate alla fruizione delle nuove tecnologie, talvolta causa di isolamento sociale e relazionale soprattutto tra i minori". Durante l'evento Saranno anche proiettati i video eseguiti nelle scuole, nonché presentata la pagina instagram “generazioniconnessebari” realizzata e co-progettata con gli stessi destinatari degli interventi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Generazioni connesse' si conclude a Parco 2 Giugno: "Il 34% dei bambini accede a internet già a 10 anni"

BariToday è in caricamento