rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Attualità Noicàttaro

Le fiabe prendono vita grazie a internet: il progetto di videoracconto che unisce due città

L'iniziativa vede coinvolti i responsabili di un'associazione, di una libreria e di un'azienda produzioni video tra Noicattaro e Rutigliano. "Non ci conoscevamo - spiegano - ma è nata una splendida sinergia"

Di progetti video con fiabe lette a distanza, per permettere ai più piccoli di godere di un bel racconto anche durante la quarantena da Covid-19, se ne vedono diversi in tutta la Puglia. Quello che prende vita all'interno della bibilioteca Bambù a Noicattaro, in provincia di Bari, è speciale per un motivo: si tratta di un prodotto realizzato anch'esso in smartworking, come l'epidemia da Coronavirus ci ha abituati a fare in questo periodo particolare.

"Videofavole nate in due paesi attaccati, ma distanti"

Già perché l'iniziativa nasce grazie all'apporto di tre diverse realtà, che sono fisicamente distanti tra di loro: la libreria, appunto, l'associazione Parco Paradiso e la LeDi Produktion del videomaker Leonardo Difino. Che così hanno superato uno scoglio presentatosi quando il libraio Marino Caringella ha accolto l'idea della presidentessa dell'associazione, Palma Boccuzzi, per realizzare videoletture di favole da condividere liberamente sui social. "Entrambi fanno tante attività per l'educazione dei bambini - spiega Difino, 34enne originario di Rutigliano - Dopo aver registrato il primo video però si sono resi conto di non avere le capacità di finalizzazione e mi hanno chiesto una mano".

Richiesta che Difino ha accolto subito, visto il periodo di stop forzoso professionale per i provvedimenti anti Coronavirus. "Ma soprattutto perchè ritengo che c'è necessita di più contenuti sani sul web per bambini" ricorda. E così, necessità aguzza l'ingegno, si è creata la catena di smart working a distanza. "Nonostante siano due paesi praticamente attaccati, non ci si può spostare da uno all'altro - aggiunge - Stiamo quindi lavorando telematicamente, con mezzi di fortuna e senza conoscerci".

Come nasce la fiaba online

Per registrare il racconto video della fiaba, quindi, viene usata come location la libreria: Caringella è la voce narrante, mentre Boccuzzi effettua le riprese con il telefonino. A quel punto i filmati vengono inviati a Difino, che li monta per produrre il video finale. Finora sono tre le fiabe che sono state registrate, ma l'idea è di proseguire anche nei prossimi giorni. "Ne stiamo già producendo altre - spiegano - seppure con caratteristiche tecniche limitate, perché l'assenza sul posto di un videomaker non permette di avere filmati professionali". Chiunque volesse ascoltare i loro lavori insieme ai più piccoli, può farlo sulla pagina Facebook della libreria Bambù.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le fiabe prendono vita grazie a internet: il progetto di videoracconto che unisce due città

BariToday è in caricamento