Domenica, 1 Agosto 2021
Attualità

Cambio ai vertici della questura: l'ex vicario Nicolino Pepe promosso dirigente superiore

A Pepe sono arrivati i saluti e i complimenti del questore Bisogno, che lo ha avuto al fianco dal 2019, quando si trasferì a Bari dalla questura di Campobasso

Cambio al vertice della Questura: lascia l'incarico Nicolino Pepe, il vicario del questore promosso dirigente superiore in attesa di un nuovo prestigioso ruolo. In mattinata a Pepe sono arrivati i saluti da parte del questore Bisogno, compiaciuto per la promozione prestigiosa ricevuta dall'ex vicario, cogliendo l’occasione per ringraziarlo per la preziosa collaborazione fornita in questi anni e per la decisiva opera svolta durante l’attuale e difficile periodo pandemico, augurandogli ulteriori e ancora più importanti successi professionali.

Pepe, dopo la laurea in giurisprudenza conseguita all'Università La Sapienza di Roma e l’ingresso in Polizia 1991, ha maturato una significativa esperienza sin dalla sua prima assegnazione come Dirigente di numerosi Commissariati Distaccati di P.S., tra cui Cassino, Sessa Aurunca, Aversa, Castel Volturno e Formia. Tra i successi investigativi conseguiti in Ciociaria, alto casertano e sud pontino, la cattura di numerosi latitanti e di esponenti di spicco dei clan della zona, tra cui quello dei Casalesi, insieme ad indagini approfondite che hanno portato alla luce l’esistenza di un patto tra le cosche campane e quelle calabresi, insediatesi nella zona del basso Lazio e litorale romano. Dal 2007, è Capo di Gabinetto della Questura di Latina; nel 2011 consegue la promozione a Primo Dirigente della Polizia di Stato e nel 2012 viene trasferito alla Direzione Investigativa Antimafia a Roma, come capo del primo reparto della prima divisione, dove si occupa di investigazioni preventive nel contrasto a "Cosa Nostra". Nel 2013, sino al 2018, dirige la prima divisione del secondo reparto "investigazioni giudiziarie", competente sempre sulla mafia siciliana. Durante questo periodo, viene nominato responsabile dei servizi di polizia giudiziaria per la direzione, con funzioni di collegamento e raccordo con la Direzione Nazionale Antimafia ed Antiterrorismo. Al termine dell'esperienza alla DIA, assume le funzioni di Vicario del Questore di Campobasso, dove rimane fino al 2019, quando viene nominato vicario del Questore di Bari.

Pepe, nel corso della sua carriera professionale ha anche diretto delicati servizi di ordine e sicurezza pubblica e svolto vari incarichi di insegnamento in materie giuridiche, sia negli istituti di formazione della Polizia di Stato, che presso enti esterni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio ai vertici della questura: l'ex vicario Nicolino Pepe promosso dirigente superiore

BariToday è in caricamento