Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

Pronto soccorso in affanno, nuova ordinanza di Emiliano per potenziare rete di emergenza: ok all'impiego di medici in formazione e specializzandi

Il provvedimento si aggiunge a quello già varato il 6 agosto: dopo medici di medicina generale e in pensione, la possibilità di reclutamento si allarga ai "medici in Formazione Specifica in Medicina Generale e a quelli "assegnatari dei contratti di formazione specialistica"  

Elevato numero di accessi e carenza di personale nei pronto soccorso pugliesi: dopo il primo provvedimento emanato lo scorso 6 agosto, arriva la seconda ordinanza del presidente della Regione, Michele Emiliano, per potenziare la rete di emergenza.

L'ordinanza numero 275 sulla “Riorganizzazione dell’attività dei Pronto soccorso e garanzia dei ricoveri in urgenza” prevede che i direttori generali delle Aziende sanitarie locali e delle Aziende ospedaliere della Puglia, per potenziare temporaneamente gli organici, possano "in estremo subordine - adottare provvedimenti urgenti per il coinvolgimento nelle attività nell’ambito delle postazioni di Continuità assistenziale collocate in zone filtro in prossimità del Pronto Soccorso, anche di: Medici in Formazione Specifica in Medicina Generale secondo i termini e le modalità definiti dalla normativa emergenziale; Medici assegnatari dei contratti di formazione specialistica che non hanno ancora iniziato a frequentare il primo anno di corso".

Una possibilità di 'reclutamento' che va quindi ad aggiungersi a quella già prevista dalla precedente ordinanza, che includeva medici di medicina generale, dirigenti medici in servizio presso altri reparti e medici in pensione.

Nell'ordinanza emanata questa sera da Emiliano viene richiamato un "incremento degli accessi in Pronto soccorso registrati nell’ultima settimana (anche di cittadini “sospetti COVID”) se si considera - si legge nel testo - che nel giorno 18 agosto 2021 sono stati registrati n. 3.342 accessi/giorno, di cui 2% rossi, 11% arancione, 10% azzurri, 72% verdi e 5% bianchi, con un incremento di circa n. 1.000 accessi/giorno". Ancora, l'ordinanza fa riferimento alla "carenza di personale registrata presso tutti i Pronto soccorso, con particolare riferimento ai DEA di II Livello; - un incremento significativo delle chiamate alle Centrali Operative 118 tale da rendere opportuna la disponibilità con immediatezza di mezzi di soccorso", richiamando anche "la necessità di disporre di un numero congruo di posti letto da destinare al Pronto soccorso, nonchè percorsi dedicati per gli accessi da parte della rete emergenziale 118".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronto soccorso in affanno, nuova ordinanza di Emiliano per potenziare rete di emergenza: ok all'impiego di medici in formazione e specializzandi

BariToday è in caricamento