rotate-mobile
Attualità Japigia / Via Aristosseno

Il mercato di Santa Chiara "sempre più in difficoltà. Pronti ad azioni clamorose": l'appello urgente degli operatori al Comune

I commercianti riuniti nel 'Comitato Autonomo' per protestare contro l'elevato costo dei locali e le carenze strutturali: "Chiederemo a Decaro che le promesse diventino realtà"

"Abbiamo proposte e soluzioni quindi non ci sono più alibi. Qualora fosse necessario siamo disposti anche ad azioni di protesta clamorose”: sono queste le dichiarazioni d'esordio del nuovo Comitato Autonomo dei commercianti che operano all'interno del mercato coperto di Santa Chiara, nel rione Japigia di Bari. Gli operatori della struttura accusano l'amministrazione comunale di ignorare da tempo le loro richieste.

I motivi della protesta, sfociata nella fondazione del Comitato Autonomo, sono molteplici: i commercianti lamentano le carenze logistiche della nuova struttura. Il mercato coperto di Santa Chiara, secondo gli ambulanti, non disporrebbe di un numero di parcheggi adeguato e funzionale allo sviluppo economico dell'area. Un altro nodo da sciogliere con le istituzioni locali riguarda la revisione dei canoni per l'affitto dei locali ed costo per il rinnovo dei contratti.

Gli ambulanti hanno deciso di seguire l'antico motto "l'unione fa la forza": hanno così dato vita al primo passo per la costituzione del Comitato autonomo, nominando la dirigenza della nuova associazione ed avviando la campagna di adesione fra i commercianti dell'area mercatale. La presidenza del Comitato è stata affidata a Giuseppe Iacobbe.

"Con questa organizzazione - hanno precisato i dirigenti del Comitato - intendiamo essere interlocutori dell’amministrazione comunale per risolvere immediatamente i problemi che riguardano il mercato di Santa Chiara nel quale operiamo. Nell'incontro con il Sindaco Decaro, chiederemo che le promesse diventino finalmente realtà. Il mercato di Japigia non deve morire".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mercato di Santa Chiara "sempre più in difficoltà. Pronti ad azioni clamorose": l'appello urgente degli operatori al Comune

BariToday è in caricamento