rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Attualità

"Ospedali in affanno, turni massacranti e personale ridotto al minimo: in Puglia urge un assessore alla Sanità"

La nota di Universo Sanità - Sindacato medici ospedalieri, alla vigilia della protesta annunciata dagli operatori del Policlinico di Bari: "Il momento è drammatico e la sanità non può attendere: serve un assessore a tempo pieno che traghetti in porto questa situazione pandemica"

"Urge un assessore a tempo pieno al comando della Sanità Pugliese che traghetti in porto questa situazione pandemica. Questo è l’atto prioritario che chiediamo al presidente Emiliano perché l’Assessore è colui che fa la sintesi fra l’organizzazione di servizi e strutture e le risorse economiche. Chiediamo una persona capace, di alto profilo, scelta con la saggezza dovuta, che comandi con mano ferma ed a tempo pieno le operazioni necessarie per il bene della salute del popolo pugliese".

E' questa la richiesta che l'Ussmo, Universo Sanità - Sindacato Medici Ospedalieri - rivolge direttamente alla Regione e al presidente Michele Emiliano, alla vigilia della protesta sindacale annunciata dai medici del Policlinico. Protesta di cui l'Ussmo condivide le motivazioni - è spiegato nella nota - pure avendo scelto "di aderire alla protesta affidandola a questo comunicato stampa e lasciando che i propri medici potessero adempiere al loro compito istituzionale di essere sul fronte a fianco dei malati". 

"E’ abbastanza evidente come, con andamento esponenziale, l’infezione avanzi contagiando ogni giorno migliaia di pugliesi e portando i reparti di Emergenza Urgenza e gli Ospedali al collasso - afferma nella nota il segretario nazionale e regionale, Franco Lavalle - Il personale è provato dal carico di lavoro con turni, ormai, fuori dalle logiche contrattuali, operatori che scarseggiano sia per la carenza degli organici ormai cronicamente ridotti sotto soglia, sia per i contagi che, nonostante tutti gli accorgimenti, si contano giornalmente tra il personale in servizio. L’incendio è ormai divampato  anche nella nostra Regione e non poteva essere altrimenti poiché tutte le Nazioni sono nelle stesse condizioni emergenziali".

"Quanto lamentato per il Policlinico - prosegue la nota - avviene in tutti gli Ospedali e noi, attraverso il documento, denunciamo questo stato di disagio ubiquitario. “Organici ridotti ai minimi, turni massacranti fino al sacrificio estremo, ore di lavoro non retribuite e regalate alle amministrazioni, ferie non godute per non mettere in crisi l’assistenza ai pazienti, medici precettati per le emergenze a discapito dei reparti specialistici, medici precari in attesa di un futuro, ulteriore stop alle attività cliniche ordinarie per far posto alla emergenza covid, posti letto ed ospedali riconvertiti per dare un letto ai malati contagiati dall’infezione e sottratti alle altre patologie, organizzazione del lavoro claudicante con il paradosso di medici impiegati in aerea covid costretti a svestirsi  sul marciapiede dell’ospedale perché non esiste un adeguato ambiente per la svestizione, relazioni sindacali ai minimi storici, e così via”".

"Tutte situazioni - conclude l'Ussmo - che andrebbero risolte in tempi rapidi perché il momento è drammatico e non si può ulteriormente attendere. Tutte cose che necessitano di un interlocutore stabile ed è per questo che ribadiamo con fermezza l’Urgenza di un Assessore alla Salute e dell’assunzione di medici e personale sanitario".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ospedali in affanno, turni massacranti e personale ridotto al minimo: in Puglia urge un assessore alla Sanità"

BariToday è in caricamento