menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I luoghi dell'antifascismo barese raccolti in una mappa: presentato il pannello prototipo

All'iniziativa hanno partecipato l'assessore alle Culture, Ines Pierucci, la segretaria della CGIL Bari Gigia Bucci, la vicepresidente provinciale dell’ANPI Anna Lepore e i rappresentanti del Coordinamento antifascista di Bari

Un pannello con i luoghi dell'antifascismo a Bari: il primo prototipo della 'mappa' è stato presentato nel pomeriggio, alla presenza dell'assessore alle Culture, Ines Pierucci, della segretaria della CGIL Bari Gigia Bucci, della vicepresidente provinciale dell’ANPI Anna Lepore e dei rappresentanti del Coordinamento antifascista di Bari. La mappa, oltre alla versione cartacea, può essere consultata in formato digitale attraverso un Qr code che permette di connettersi direttamente a Google maps, con indicatori di luoghi e descrizione dell’evento storico.

L’iniziativa è stata organizzata simbolicamente oggi, giorno in cui si celebra la prima udienza del processo a carico di 28 esponenti di Casapound, accusati di riorganizzazione del disciolto partito fascista e di manifestazione fascista a seguito dell’aggressione di un gruppo di persone di ritorno da una manifestazione pacifica il 21 settembre del 2018. Nel procedimento giudiziario - i cui atti sono stati reinviati alla Procura - si sono costituiti parte civile anche il Comune di Bari e la Regione Puglia.

“Il 21 settembre del 2018 è una data che si aggiunge a quelle che la città di Bari ricorda con rabbia e dolore - ha dichiarato Ines Pierucci - e che oggi auspichiamo trovi quanto prima la strada della giustizia con l’avvio del processo sull’aggressione ai danni di un gruppo di manifestanti antifascisti. La nostra città non dimentica e sostiene tutto quanto culturalmente sia utile a sensibilizzare anche le nuove generazioni sulla storia della nostra città, palcoscenico di episodi centrali per la lotta di Liberazione nazionale. Per questi motivi abbiamo accolto con orgoglio questa mappa antifascista e abbiamo voluto posizionarla all’ingresso del Teatro Piccinni, luogo simbolo della democrazia italiana dove a gennaio del 1944 si tenne il primo Congresso dei Comitati di Liberazione Nazionale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento