Venerdì, 23 Luglio 2021
Attualità

Variante Delta, in Puglia oltre cento casi: situazione sotto osservazione. Chironna: "Preoccupa il post festeggiamenti"

"L’aspetto positivo – sottolinea la responsabile del laboratorio Covid del Policlinico e coordinatrice della rete dei laboratori pugliesi -  è che il numero di nuove infezioni è molto basso, grazie all’effetto dei vaccini"

“I casi accertati finora sono oltre un centinaio, segno di un aumento dei contagi, ma è un dato atteso, pronosticato da tempo”. La variante Delta (o indiana) in Puglia, come altrove, sta pian piano sostituendo quella Alpha (inglese). A confermarlo sono gli ultimi sequenziamenti del Covid come spiega la professoressa di Igiene Maria Chironna, responsabile del laboratorio Covid del Policlinico e coordinatrice della rete dei laboratori pugliesi. “La prevalenza non è al momento stimabile - spiega – del resto i dati complessivi a nostra disposizione risalgono alla survay di giugno. Nei prossimi giorni ne sarà fatta un’altra e avremo così dati più attendibili in questo senso su luglio. Il numero di casi rimane basso ma quella stima ci dirà quanto circola la variante nella nostra regione”.

Un aumento tendenziale dei contagi quindi atteso, anche tenendo presente quanto accade in altri paesi. In Inghilterra ha raggiunto all’incirca il 90 per cento dei casi. “L’aspetto positivo – sottolinea Chironna -  è che il numero di nuove infezioni è molto basso, grazie all’effetto dei vaccini e delle occasioni di incontro all’aperto. Ma dobbiamo monitorare cosa accade di settimana in settimana, è fondamentale. Tutta l’estate saremo impegnati sul fronte del sequenziamento per avere conferme o meno su un trend già delineato. Ci aspettiamo un aumento del numero di casi in prospettiva e questo ci preoccupa, ma non la pressione sul versante del servizio sanitario nazionale, perché non c’è aumento di ospedalizzazioni e decessi. Ciò testimonia come i vaccini siano efficaci anche contro questa variante, a patto di completare entrambi le dosi”.

Chironna spiega poi cosa possa avvenire nelle prossime settimane, mentre i ceppi sono segnalati in tutte le province pugliesi, con focolai tra le province di Brindisi, Lecce e Taranto. “L’attenzione resta alta, il punto è vedere come nel tempo come i casi si siano distribuiti, da segnalazioni sporadiche a oltre un centinaio. Il dato interessante sarà ora capire la stima della prevalenza, con un calcolo basato in base a metodo statistico ed epidemiologico. Come sottolinea l’Organizzazione mondiale della sanità il contagio avviene se non c’è distanziamento anche all’aperto, per questo ciò che è accaduto negli ultimi due giorni con i festeggiamenti per la vittoria dell’Europeo della Nazionale e lo stadio di Wembley pieno preoccupa. Non a caso in Giappone le prossime Olimpiadi saranno a porte chiuse. Il comitato scientifico ha valutato rischi troppo alti, la variante Delta è diffusa in tutto il mondo. Da noi – conclude – per ora la situazione non preoccupa, con numeri contenuti. Ma l’attenzione rimane alta”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variante Delta, in Puglia oltre cento casi: situazione sotto osservazione. Chironna: "Preoccupa il post festeggiamenti"

BariToday è in caricamento