Attualità

In Puglia il 99,7% delle acque di balneazione è di qualità 'eccellente': prima in Italia per il quarto anno consecutivo

La regione si conferma in testa per il mare più pulito: a dirlo sono i dati rilevati dal Sistema nazionale per la protezione dell'Ambiente. Nel Barese sono 78 tratti balneabili

Con il 99,7% di acque definite 'eccellenti', la Puglia si conferma, per il quarto anno consecutivo, al primo posto in Italia per qualità delle acque di balneazione. A dirlo sono le rilevazioni effettuate dal Sistema nazionale per la protezione dell'ambiente. Sul podio, dopo la nostra regione, il Friuli Venezia Giulia (99%), la Sardegna (98,4%) e la Toscana (98,2%). 

I dati sono stati presentati questa mattina nella sede di Arpa Puglia a Bari. Con 676 tratti di costa destinati alla balneazione, la Puglia offre circa 800 chilometri balneabili. Nel Barese, i tratti in questione sono 78, nel Foggiano 254, 46 nella Bat, 139 a Lecce e 71 nel Tarantino. 

Nello specifico, in Puglia, su 882,8 chilometri di costa adibiti alla balneazione, ben 880 km hanno ricevuto la più alta valutazione, ovvero il 99,7%. Si tratta, come detto, del miglior risultato tra tutte le regioni coinvolte, davanti al Friuli-Venezia Giulia (99% di acque eccellenti), alla Sardegna (98,4%) e alla Toscana (98,2%). In Puglia lo 0,2% della costa (1,8 km) è stata classificata come "buona" e lo 0,1% (1,1 km) come "sufficiente". Nessun tratto di costa è stato identificato come "scarso". Nella nostra regione, il restante 0,3% di acque di balneazione di qualità non eccellente comprende la laguna di Lesina, con due siti (Foce Fiume Lauro 30 metri a destra e 30 metri a sinistra) classificati in qualità sufficiente, il tratto fogna cittadina di Molfetta (500 metri a sud) e la spiaggia libera Ginosa Marina-Fiume (Taranto), entrambi indicati con qualità buona. 

"Per il quarto anno consecutivo la Puglia ha il mare più pulito d'Italia, un risultato per il quale dobbiamo ringraziare i pugliesi, i comuni, i sindaci, l'Acquedotto pugliese per i depuratori, la disciplina delle imprese, per un risultato di squadra davvero straordinario" è il commento del presidente Emiliano. "L'Arpa è il guardiano proattivo di questi risultati di bonifica ambientale della Regione Puglia, abbiamo risolto un'infinità di infrazioni legate a siti inquinati perché Arpa segue i grandi siti industriali pericolosi. Per questo il mio ringraziamento va ad Arpa assieme all'impegno di stabilizzare tutti i giovani professionisti che lavorano qui ancora con contratti a tempo determinato, perché senza la loro qualità professionale sarebbe stato impossibile ottenere questi risultati. La Puglia ha il mare più pulito d'Italia, un risultato del genere non si raggiunge schioccando le dita ma con un durissimo lavoro di squadra. E la nostra regione può contare su una squadra magnifica" ha dichiarato il presidente della Regione Puglia.

"Acque pulite e incontaminate: la Puglia si riconferma regione leader - ha dichiarato l'assessora all'Ambiente della Regione Puglia, Serena Triggiani -, con un primato indiscusso per qualità delle acque di balneazione. Ne ha dato conferma il monitoraggio di Arpa e, di recente, per l’anno 2024 la Foundation for Environmental Education (FEE) ha, altresì, assegnato 24 bandiere blu, con tre nuove località balneari riconosciute che rispettano i criteri come la gestione sostenibile del territorio. Sono risultati straordinari ma che hanno dietro un lavoro costante e serrato di gestione, monitoraggio e controllo, che come Regione svolgiamo con Arpa Puglia e Acquedotto Pugliese, con i suoi impianti di depurazione. Godiamo di una ricchezza marina e costiera che ci invidia il mondo intero, ma che va preservata con azioni quotidiane di ogni singola persona. Come Regione stiamo puntando non solo su interventi di protezione ambiente per garantire un presente e un futuro sostenibile: la strategia di sviluppo sostenibile regionale di cui ci siamo dotati è un documento fondamentale di programmazione che stiamo attuando su diversi fronti. Ma stiamo avviando, altresì, azioni specifiche di sensibilizzazione  dell'opinione pubblica finalizzata alla cura delle nostre spiagge e alla conoscenza, soprattutto nelle giovani generazioni, del patrimonio paesaggistico, turistico, economico e sociale che la Puglia detiene”.

“Anche quest'anno la Puglia è prima per la qualità delle acque di balneazione. Un dato certificato dal Sistema nazionale della protezione dell'ambiente, un sistema a rete che monitora e controlla tutte le coste italiane, consolidato dal punto di vista scientifico. È un'eccellenza per il nostro Paese, una garanzia che non riguarda solo la qualità ambientale delle acque ma la loro salubrità, quindi la salute dei mari nei quali si bagnano tanti cittadini e tanti turisti che affollano la Puglia perciò siamo felici di aver conquistato il quarto scudetto consecutivo” ha commentato il direttore generale di Arpa Puglia Vito Bruno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Puglia il 99,7% delle acque di balneazione è di qualità 'eccellente': prima in Italia per il quarto anno consecutivo
BariToday è in caricamento