menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti abbandonati sul lungomare, gli studenti organizzano il flash mob di pulizia: "60 chili di materiale raccolto tra gli scogli"

Negli scorsi giorni erano state segnalate da Retake Bari e Greenpeace Bari le mini discariche sommerse dalle alghe in largo Giannella. Il tam tam sui social ha permesso ai più giovani di riunirsi per ripulire

La forza dei più giovani che vince sull'inciviltà, quella di chi abbandona i rifiuti in mare e sugli scogli, mettendo a repentaglio l'ecosistema. Almeno in largo Giannella, spiazzo affacciato sul lungomare di Bari, è - per il momento - un cattivo ricordo: studenti e volontari si sono riuniti per ripulire la mini discarica creatasi a ridosso del mare, più volte segnalata dalle associazioni. 

Un flash mob partito attraverso il tam tam su Facebook e che in poco più di un'ora ha permesso di raccogliere più di 60 chili di rifiuti. "Principalmente polististorolo e bottiglie - spiega Fabrizio Milone, presidente di Retake Bari - Non mancano purtroppo mascherine, tappi, cannucce, frammenti di imballaggi, migliaia di framenti e bastoncini di lecca e lecca e cotton fioc, insieme ai soliti palloncini". E invita a emulare le gesta dei più giovani, promotori di questa piccola rivoluzione sociale in salsa barese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento