rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Attualità

Potenziare la raccolta differenziata nei negozi di fiori e ortofrutta a Bari: consegnati i primi carrellati

L'ordinanza sindacale, recentemente approvata, dispone che i contenitori per l'organico vengano tenuti all’interno dell’esercizio commerciale ed esposti su suolo pubblico nelle giornate da lunedì a sabato nella fascia oraria 11.30-12.30, per essere riportati all’interno delle attività entro le ore 18.30

Sono stati consegnati i primi carrellati da 240 litri per la raccolta della frazione organica dei rifiuti da parte degli esercizi commerciali che vendono fiori e prodotti ortofrutticoli. I primi bidoni sono stati affidati ad alcuni esercenti che hanno incontrato gli assessori comunali all'Ambiente e allo Sviluppo Economico, Pietro Petruzzelli e Carla Palone, assieme al presidente Amiu Paolo Pate. La consegna ha riguardato le attività che si avvalgono del servizio pubblico di raccolta dei rifiuti urbani e che ricadono nelle zone servite dal sistema di raccolta stradale.

L'ordinanza sindacale, recentemente approvata, dispone che i contenitori vengano tenuti all’interno dell’esercizio commerciale ed esposti su suolo pubblico nelle giornate da lunedì a sabato nella fascia oraria 11.30-12.30, per essere riportati all’interno delle attività entro le ore 18.30.  L’ordinanza dispone anche il divieto assoluto di conferimento della frazione organica prodotta nei cassonetti stradali o nei contenitori di altre utenze non domestiche, nonché di abbandono dei bidoni carrellati su suolo pubblico. L'obiettivo dell'iniziativa è quello di incrementare i quantitativi di frazione organica destinati al recupero, ai fini del raggiungimento degli obiettivi stabiliti dalle vigenti disposizioni in materia.

“Da ieri stiamo consegnando ad alcune tipologie di esercizi commerciali i bidoni per il recupero degli scarti di cibo, in modo che non finiscano in discarica e vengano quindi avviati a recupero - ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli -. È un percorso condiviso con Amiu che, grazie alla distribuzione di carrellati alle bancarelle dei mercati nelle scorse settimane, ci ha permesso di fare un balzo significativo nella raccolta dell’organico, passando da circa 250 a 400 tonnellate alla settimana. Vuol dire che la strategia è quella giusta: il prossimo passo sarà coinvolgere i ristoratori e i locali della città. Ovviamente resta fondamentale la collaborazione degli esercenti per il raggiungimento di una percentuale di differenziata sempre più alta”.

 “Anche grazie alla collaborazione delle associazioni di categoria Confcommercio, Confesercenti, CNA e Confartigianato - ha proseguito l’assessora allo Sviluppo economico Carla Palone - abbiamo contattato tutte le attività economiche legate alla vendita di prodotti ortofrutticoli e fiori per invitarli ad effettuare una corretta raccolta delle frazioni organiche attraverso il supporto di questi carrellati personalizzati. Un modo per tutelare al meglio l’ambiente e contribuire a tenere la città più pulita”.

 “Assieme all’amministrazione comunale stiamo ampliando le modalità di raccolta differenziata dell’umido, per noi un obiettivo aziendale strategico - ha concluso il presidente di Amiu Puglia Paolo Pate -: siamo partiti dai mercati, mentre oggi ci rivolgiamo agli esercizi commerciali di vendita di frutta, verdura e fiori. Questa raccolta qualificata e mirata consentirà di organizzare al meglio la differenziata dell’organico che sarà trattato grazie al nuovo impianto di compostaggio con produzione di biogas di Amiu Puglia”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Potenziare la raccolta differenziata nei negozi di fiori e ortofrutta a Bari: consegnati i primi carrellati

BariToday è in caricamento