Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità

Meno attenzione dei baresi per la raccolta porta a porta, differenziata in calo: "Segnalati conferimenti errati, in arrivo più controlli"

A comunicarlo è l'assessore Pietro Petruzzelli, dopo aver sentito residenti e numerose associazioni di quartiere che hanno segnalato, a macchia di leopardo, comportamenti scorretti da parte dei cittadini

E' in calo, a Bari, la raccolta differenziata nei quartieri dove è stato avviato il servizio del porta a porta, tra cui il Municipio V (Palese, Santo Spirito, Catino, San Pio) e parte del Municipio III (Fesca, San Girolamo; San Paolo, Stanic). 

A comunicarlo è l'assessore cittadino all'Ambiente, Pietro Petruzzelli, dopo aver sentito residenti e numerose associazioni di quartiere che hanno segnalato, a macchia di leopardo, conferimenti non corretti dei rifiuti: "Dopo aver raccolto nelle passate settimane diverse lamentele e segnalazioni da parte dei cittadini in merito ad errati conferimenti nelle zone servite dal porta a porta - spiega Petruzzelli - ho deciso di verificare personalmente alcune situazioni, proprio nella giornata in cui si conferiscono i rifiuti non riciclabili. Purtroppo, infatti, alcuni utilizzano questa occasione per non differenziare materiali che invece sarebbero facili da separare e che hanno un gran valore nel ciclo della differenziata. Oggi con alcuni ispettori ambientali ci siamo resi conto di come nei sacchetti dell’indifferenziato finisca davvero di tutto. Questo comportamento, non più limitato a pochi casi, deve essere stoppato subito perché rischia di vanificare il senso stesso del servizio di raccolta porta a porta che, ricordo a tutti, comporta un costo maggiore per l’azienda. Ricordo anche che i cittadini residenti nei quartieri che raggiungono una percentuale del 65% di raccolta differenziata usufruiscono di uno sconto del 25% direttamente sulla cartella Tari".

Le cifre confermano il calo: la percentuale complessiva dei differenziati è scesa dal 77 al 72% con relativo aumento della frazione indifferenziata dal 23% al 28%: "Dalla settimana prossima, quindi, disporremo una serie di controlli da parte degli ispettori ambientali che verificheranno puntualmente il contenuto delle buste e, se necessario, eleveranno le rispettive sanzioni” ha rimarcato l'assessore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meno attenzione dei baresi per la raccolta porta a porta, differenziata in calo: "Segnalati conferimenti errati, in arrivo più controlli"

BariToday è in caricamento