menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Recinzioni dei campetti divelte in continuazione, l'ira di Leonetti: "Più controlli e sanzioni in arrivo"

"Ogni qualvolta chiamiamo gli operatori della multiservizi per eseguire questi interventi straordinari - ricorda il presidente del primo Municipio - andiamo a trascurare interventi ordinari che erano in programma in quella giornata"

"Egoisti. Voi rompete e noi ripariamo". Si scaglia contro i suoi concittadini incivili, il presidente del primo Municipio, Lorenzo Leonetti, in seguito all'ennesima riparazione delle recinzioni dei playground cittadini. Campetti che sono chiusi per bloccare i contagi Covid, ma che di fatto vengono violati sistematicamente, rompendo le reti per accedere. Sistematicamente, tanto da ricevere in un post l'ira del presidente di Municipio: "Abbiamo chiuso i playground della città, non perché siamo brutti e cattivi - spiega - ma perché abbiamo il dovere di tutelare la nostra salute oltre che rispettare le leggi. Da quando ci sono le restrizioni imposte dalla pandemia, c’è chi si diverte a rompere, tagliare, manomettere le recinzioni di questi campi e, in barba alle regole, utilizzarli, aggregandosi.
Questa è l’ennesima volta che ripariamo le reti. Voi rompete, noi ripariamo".

Una situazione che si ripercuote inevitabilmente sulla città, perché come ricorda Leonetti ogni qualvolta "chiamiamo gli operatori della multiservizi per eseguire questi interventi straordinari, andiamo a trascurare interventi ordinari che erano in programma in quella giornata. Gli operatori sono sempre gli stessi: sono gli stessi che quotidianamente si occupano delle manutenzioni dei parchi, ad esempio, oppure di tutte quelle infinite opere che interessano la nostra città". E spiega che chiederà alla polizia locale di effettuare più controlli, così da sanzionare chi non si comporta correttaemente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento