Sei Fondazioni pugliesi in sinergia, nasce la Rete Sistema Regionale delle Arti e della Cultura

Il coordinamento consentirà di promuovere attività ed iniziative comuni. Capone: "Dobbiamo comprendere che solo l’unione fa la forza. In questa sfida ciascuno di noi ha un compito"

Sei enti culturali pugliesi fanno sinergia e collaboreranno nella Rete Sistema Regionale delle Arti e della Cultura. Il percorso, annunciato questa mattina nel corso di una conferenza stampa a Bari, riguarderà Fondazione Paolo Grassi onlus, Fondazione La Notte della Taranta, Fondazione Carnevale di Putignano, Fondazione Pino Pascali, Fondazione Giuseppe Di Vagno, Associazione Presìdi del libro, con la collaborazione della Regione Puglia. La rete (che presto dovrebbe ampliarsi con l'ingresso della Fondazione Focara di Novoli) vedrà la realizzazione di progetti artistici comuni per attività in campo nazionale e internazionale, realizzate con il coordinamento di Teatro Pubblico Pugliese, PugliaPromozione e Apulia Film Commission. Nei prossimi mesi, inoltre, si potrà partecipare a un concorso di idee per l'ideazione e la creazione del logo della Rete.

“Dobbiamo lavorare insieme. Perché insieme non siamo una somma ma un prodotto dalle straordinarie potenzialità - ha spiegato l'assessore pugliese all'Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone. È partito da qui il percorso che oggi porta alla costituzione della Rete regionale delle Arti e della Cultura delle sei fondazioni e associazioni partecipate regionali. Perché non bastano le parole, serve investire sull’arte e sulla cultura con una strategia e una visione. E noi vogliamo volare con i nostri pensieri ma per farlo dobbiamo comprendere che solo l’unione fa la forza. In questa sfida ciascuno di noi ha un compito". "La Puglia - ha aggiunto Capone - sta vivendo un momento straordinario, ne sono prova il boom di turisti e di visitatori nei nostri musei. Siamo in un sogno collettivo di una regione che sta cambiando pelle. È questo che mi rende felice. E questa rete non è un contenitore sterile ma un contenitore di persone, di anime, di cuori che pulsano e che hanno scelto di condividere un percorso. Un’occasione straordinaria per rafforzare la produzione culturale, per mettere insieme le eccellenze culturali di Puglia nella realizzazione di progetti comuni capaci di elevarne la qualità e aumentarne l’incisività. Cultura e turismo 365 giorni l’anno. È questo il nostro obiettivo. Perché - conclude l'assessore - il tessuto culturale pugliese è davvero ricchissimo, fatto di monumenti, teatri, musei, ma anche di iniziative culturali, festival, produzioni cinematografiche, che rappresentano l’identità e l’anima dei nostri territori. Che fanno, insomma, della Puglia la Puglia”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Bari, smantellato traffico internazionale di droga: 15 arresti, sequestri di beni per 3,5 milioni

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

Torna su
BariToday è in caricamento