Attualità

Bari riapre i suoi teatri e spazi espositivi dopo il buio Covid, Decaro: "E' solo l'inizio, torneremo la città di prima"

Il sindaco in un post su Facebook: "Ad uno ad uno, in questi giorni, riaprono le porte i nostri spazi culturali, perché zona gialla significa anche tornare a vivere l’arte, la musica e la bellezza"

"Ad uno ad uno, in questi giorni, riaprono le porte i nostri spazi culturali, perché zona gialla significa anche tornare a vivere l’arte, la musica e la bellezza": è l'invito alla ripresa (con giudizio) da parte del sindaco di Bari, Antonio Decaro, il quale su Facebook ha pubblicato un post sulle riaperture di teatri e aree espositive della città dopo le difficoltà legate al Covid dei mesi scorsi.

"Il Teatro Petruzzelli  - spiega - torna ad accogliere i suoi spettatori più appassionati: i bambini. Tornano i family concert venerdì 21 maggio e mercoledì 26 maggio alle 18" mentre ieri lo Spazio Murat ha riaperto "con le opere dell’artista pugliese Giorgio Di Palma raccolte in un progetto, appositamente rivisitato per lo spazio di piazza del Ferrarese, che sceglie di dar voce ad alcuni degli attori “non protagonisti” più importanti di questo lungo anno di restrizioni: le bambine e i bambini".


Oggi, invece, dalle 18, "sarà la volta del Museo Civico che riparte con la mostra personale di DiRò, duo artistico barese formato da Vincenzo Di Cillo e Patrizia Rossini, che presenta un’ampia selezione di opere, quadri e sculture realizzati utilizzando il rame come principale mezzo espressivo. E questo è solo l’inizio, perché Bari ha tutta l’intenzione di tornare quella che era prima del buio delle strade deserte e dei palcoscenici silenziosi" conclude Decaro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari riapre i suoi teatri e spazi espositivi dopo il buio Covid, Decaro: "E' solo l'inizio, torneremo la città di prima"

BariToday è in caricamento