rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Attualità

Covid e rientro a scuola, a Bari la protesta degli studenti: "Chiediamo più sicurezza"

Il flash mob promosso da Unione degli studenti davanti alla sede della Regione sul lungomare: "Rientro disastroso su tutti i fronti, chiediamo tamponi e mascherine FFP2 gratuiti e interventi sui trasporti"

In sciopero per dire "no al ricatto" di dover decidere "se sacrificare la nostra salute o l’istruzione", e chiedere interventi che garantiscano un rientro a scuola davvero sicuro. Una delegazione dell'Unione Studenti Puglia e di rappresentanti di istituti superiori baresi ha manifestato questa mattina sul lungomare, davanti alla sede della Regione. Al centro della protesta, la misure di sicurezza anticovid per la scuola, ritenute insufficienti.

"Il rientro a scuola dalle festività si è rivelato essere disastroso su tutti i fronti nelle scuole di Bari e di tutta la Regione: assenza di mascherine adeguate, tamponi a carico degli studenti e delle famiglie, mezzi di trasporto sovraffollati. La situazione drammatica che stiamo vivendo non farà altro che allargare la forbice delle disuguaglianze tra gli studenti e spingere molti e molte ad abbandonare precocemente i percorsi scolastici", ha spiegato Rosmara Pappapicco, dell’Uds Bari.

"Né il Ministro né l’Assessore Leo in questi mesi si sono preoccupati a fondo di confrontarsi con gli studenti per individuare delle soluzioni che non ci mettessero a rischio", ha sottolineato Stefano Mariano, Coordinatore dell’Uds Puglia. "Siamo stanchi - ha aggiunto - di sentirci ricattati e di essere messi quotidianamente davanti alla posizione di dover decidere se sacrificare la nostra salute o l’istruzione". Di qui le richieste formulate dagli studenti: "Chiediamo che vengano garantiti tamponi e mascherine FFP2 in maniera gratuita alla popolazione scolastica, vaccinazioni e sé necessario valutare la didattica in remoto solo per un breve periodo in cui intervenire sulle scuole e sui trasporti regolamentandola a livello nazionale. Continueremo a mobilitarci fin quando l’assessore all’istruzione Sebastiano Leo e le amministrazioni cittadine non ascolteranno i bisogni che ormai da tempo stiamo manifestando".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid e rientro a scuola, a Bari la protesta degli studenti: "Chiediamo più sicurezza"

BariToday è in caricamento