Domenica, 16 Maggio 2021
Attualità

Tra pioggia e devozione lo sbarco delle ossa del Patrono: al via la Festa di San Nicola 2019

Il maltempo ha in parte rovinato la rievocazione che precede la giornata della 'Caravella': numerosi figuranti in costume e musicisti hanno sfilato per la città vecchia

Foto Emilio Badolati

Non sono bastate una pioggia battente e una temperatura decisamente autunnale a fermare il primo 'atto' della Sagra di San Nicola 2019: sul molo di N'derr a la lanze si è svolta la rievocazione dello sbarco delle ossa di colui che sarebbe poi divenuto patrono di Bari, ricordando l'impresa dei 62 marinai che nel lontano 1087si recarono a Myra, in Turchia, per recuperare le preziose reliquie.

Decine di figuranti in costume, musicisti e percussionisti che hanno messo in scena lo sbarco: tra loro anche i pescatori del Molo San Nicola e le associazioni I Figuranti di San Nicola, Militia Sancti Nicolai, Marinai della Traslazione. La voce narrante dello sbarco, il frate Niceforo, ha visto l'interpretazione dell'attore Francesco Ocelli, regista della rievocazione dello sbarco. L'urna sacra, giunta sul molo a bordo di un gozzo, è stata collocata a terra e da lì, custodita da un drappello in costume, ha percorso i vicoli della città vecchia e cinque piazze, fino alla chiesa di San Michele in via degli Orefici dove in origine vennero collocate le reliquie fino alla costruzione della Basilica nicolaiana. La pioggia aveva in precedenza rovinato i piani: gli eventi d'intrattenimento e gioco previsti nelle 5 piazzette della città erano stati rinviati proprio per il cattivo tempo che ha funestato con qualche pausa il corteo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra pioggia e devozione lo sbarco delle ossa del Patrono: al via la Festa di San Nicola 2019

BariToday è in caricamento