rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Attualità

Rifiuti abbandonati nelle campagne, lo scempio non si ferma: plastica, mobili e scarti edili nei terreni ridotti a discarica

Da Bari a Capurso, Modugno, Sannicandro, tanti i siti individuati, in un solo fine settimana, dai volontari dell'associazione Gens Nova con l'Anuu migratoristi: "Una vera e propria angheria ai danni del nostro patrimonio rurale"

Uno scempio senza fine, che accomuna campagne e zone di periferia senza distinzioni, da Bari ai Comuni vicini, come Capurso, Modugno, Bitritto e Sannicandro. E' qui che, in un solo fine settimana, i volontari di Gens Nova e dell'associazione Anuu Migratoristi hanno individuato altri siti ridotti a discarica di rifiuti.

Dall’ammasso di divani, depositati a contatto con il nudo terreno e forse pronti per l’ennesimo rogo, ai cumuli di inerti composti da scarti edili, di presumibili lavori svolti non in maniera regolare, fino al sacco pieno di guaine e parti in plastica.

“Quanto si è potuto constatare, lascia un senso di impotenza - commentano da Gens Nova - tutto questo non contribuisce a valorizzare il nostro patrimonio rurale, tanto caro e tanto proclamato". "Auspichiamo che le segnalazioni inviate, possano mettere in risalto l’angheria che si sta consumando a danno dell’ambiente, uno stupro continuo che sembra non conoscere sosta", concludono i volontari delle due associazioni.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti abbandonati nelle campagne, lo scempio non si ferma: plastica, mobili e scarti edili nei terreni ridotti a discarica

BariToday è in caricamento