Attualità

"Con l'asporto stanno crescendo i rifiuti abbandonati": Retake lancia l'allarme contro gli incivili e chiama a raccolta la cittadinanza

L'allarme lanciato dall'associazione di volontari: "La situazione post Covid ci ha fatto ripiombare in un clima da medioevo" spiegano in un post sui social

Un primo 'squillo' era arrivato ieri con una comunicazione dell'Amiu Puglia, ora la conferma che gli incivili in città stanno estendendo il loro raggio d'azione arriva anche dal gruppo di volontari Retake, protagonisti di tante operazioni di pulizia delle coste e di riqualificazione delle aree degradate. "La situazione post Covid ci ha fatto ripiombare in un clima da medioevo - ricordano -  L’incremento dell’asporto ha oggettivamente portato su spiagge, strade, giardini dei volumi di imballi non gestibili".

Da qui l'idea di convocare i baresi per rammentare l'ampiezza del fenomeno dell'abbandono dei rifiuti in città. All'incontro saranno presenti anchel’assessore all’ambiente Pietro Petruzzelli, il presidente dell’Amiu Puglia Sabino Persichella , i rappresentanti dei ristoratori, i vertici della Polizia Municipale, i rappresentanti delle associazioni cittadine che si occupano della tutela del territorio e i consiglieri di Municipio. "Parleremo di azioni concrete sia a breve termine che medio termine - assicurano dall'associazione - Tutti i partecipanti sono invitati a proporre soluzioni immediatamente applicabili quindi per un momento siamo invitati a mettere da parte la chimera del Vuoto a rendere in stile paesi scandinavi che esige un ripensamento dell’intera filiera dei rifiuti per concentrarci unicamente su soluzioni immediatamente attuabili. Se continuiamo cosí si prospetta un’estate da incubo. Grazie a tutti, restiamo in contatto e scrivete su retakebari2@gmail.com".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Con l'asporto stanno crescendo i rifiuti abbandonati": Retake lancia l'allarme contro gli incivili e chiama a raccolta la cittadinanza

BariToday è in caricamento