rotate-mobile
Attualità

Rimborsi sulle spese dedicate all'abbonamento internet: il Comune di Bari pubblica avviso per il superamento delle 'barriere digitali'

Le famiglie con Isee basso potranno ricevere un contributo economico di 500 euro per gli acquisti di modem, router e contratti di accesso alla rete internet. Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro il prossimo 20 ottobre

Contributi economici in favore dei cittadini per l'abbonamento alla rete internet, per l’acquisto di modem, router ed altre apparecchiature tecnologiche. Le famiglie baresi potranno ricevere 500 euro per le spese relative alla 'connessione internet' partecipando all'avviso pubblico, del Comune di Bari, volto al superamento delle barriere digitali. Il bando è stato pubblicato sul portale istituzionale dell'amministrazione cittadina.

Il contributo economico annuale, attinto dai fondo regionale che ha destinato al Comune di Bari 78mila euro, sarà indirizzato nei confronti della famiglie che abbiano cittadinanza italiana, comunitaria europea, oppure abbiano permesso di soggiorno valido almeno dal 2020. I nuclei familiari, inoltre, dovranno risiedere da almeno 2 anni nel territorio regionale ed attualmente a Bari. Sarà necessario possedere un’attestazione Isee  non superiore a 9.360 euro. Le famiglie dovranno impegnarsi anche a far acquisire ad almeno uno dei componenti del nucleo familiare, entro un anno dal riconoscimento del contributo, un certificato che attesti le conoscenze digitali di base.

Ai fini del rimborso, saranno riconosciute le spese sostenute dal 16 giugno scorso ed i contratti di abbonamento per l’accesso alla rete internet stipulati a partire dalla medesima data. Nel caso di acquisto dei dispositivi di primo accesso, sarà necessario presentare fattura intestata al soggetto acquirente oppure scontrino fiscale, con allegata scheda tecnica del prodotto acquistato e dichiarazione dell’acquirente in cui si specifica l'acquisto per motivi familiari. Nel caso di contratto di abbonamento per l’accesso alla rete internet, sarà necessario dimostrare la titolarità di un contratto di importo annuale almeno pari al contributo di 500 euro, producendo copia dello stesso.

La domanda di partecipazione dovrà essere inviata compilando i moduli appositi ed allegando la documentazione richiesta dall’avviso, entro il prossimo 20 ottobre, mediante raccomandata (con ricevuta di ritorno) indirizzata al 'Comune di Bari - Ripartizione Politiche Educative Giovanili e del Lavoro' , via Venezia, 41  oppure direttamente a mano presso la sede della stessa ripartizione o presso l’Urp di via Venezia 41. La domanda potrà essere inviata anche mediante posta elettronica certificata all’indirizzo peg.comunebari@peg.rupar.puglia.it.

“Grazie al finanziamento ricevuto - commenta l’assessora alle Politiche educative e giovanili, Paola Romano - potremo sostenere circa 150 famiglie della città di Bari nell’acquisto di computer, tablet e connessioni internet necessari per dare la possibilità, specie ai più piccoli, di non rimanere indietro e di utilizzare tutti i servizi e le informazioni disponibili in rete. In un momento di grande difficoltà per le famiglie questa sperimentazione può rappresentare un valido strumento per sostenere queste spese. Valuteremo l’andamento della misura e, se i risultati saranno positivi, proveremo ad implementarla ulteriormente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimborsi sulle spese dedicate all'abbonamento internet: il Comune di Bari pubblica avviso per il superamento delle 'barriere digitali'

BariToday è in caricamento