menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Fb Antonio Decaro

Foto Fb Antonio Decaro

Fango e pozzanghere su via Germania, la rabbia dei residenti. Il Comune: "Vicino sblocco dei lavori per la fogna"

Gli abitanti scrivono al sindaco Decaro attraverso i social network. L'assessore Galasso: "In procinto di superare le difficoltà burocratiche. A gennaio si dovrebbe cominciare"

Asfalto che non c'è, pozzanghere e fango a far compagnia durante le passeggiate dei residenti di via Germania e dintorni, in attesa di risolvere un problema piuttosto desolante, come richiesto da tanto, troppo tempo. I cittadini del comparto 2 di Sant'Anna hanno scritto per l'ennesima volta al sindaco Antonio Decaro, attraverso la sua pagina Facebook, postando una foto piuttosto significativa dello stato dei luoghi, decisamente disagevoli per i pedoni e le auto.

"Cantieri entro il 20 dicembre"

Per gli abitanti, è una situazione che sembra non abbia mai fine, bloccata dalla burocrazia e dalle procedure. Di fatto, fino a quando non saranno sbloccati e terminati i lavori sulla fogna, non si potrà procedere all'asfaltatura. Un cane che si morde la coda, a tutto svantaggio di chi, in quella strada, ci vive. Qualche novità, però, è attesa entro la fine dell'anno. I cantieri dovrebbero ripartire, spiegano da Palazzo di Città, entro il 20 dicembre: "Nei mesi scorsi - afferma l'assessore cittadino ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso - abbiamo cercato di sbloccare la situazione venendo incontro all'azienda attuatrice, in difficoltà economiche. Essendo opere di urbanizzazione, il pagamento viene effettuato a scomputo, con il Comune che eroga la sua quota di partecipazione a lavoro finito. Abbiamo approvato una delibera, individuato risorse e assegnandole a loro con l'impegno di utilizzarle per quello scopo. Nei prossimi giorni dovrebbero essere superate ulteriori difficoltà burocratiche, con la conseguente ripartenza dei cantieri".

Novità anche sulla vasca di laminazione

Tempo 4-6 mesi e gli interventi potrebbero essere conclusi. L'esecuzione consentirà di sbloccare tutto il resto, a cominciare dal completamento delle strade e dell'illuminazione pubblica. Potrebbe, però, non essere l'unica novità prevista per il 2019 nel quartiere alla periferia sud di Bari: "Nei prossimi giorni - dice Galasso - contrattualizzeremo l'appalto della vasca di laminazione. E' stato già avviato l'esproprio di alcuni terreni. A gennaio auspichiamo ci sia l'inizio delle lavorazioni che dureranno circa 6 mesi". Al termine, la zona perderà il vincolo idrogeologico e diventerà pienamente edificabile, permettendo di procedere, finalmente, con i palazzi del comparto 3 e 2 non ancora realizzati e nei quali diversi cittadini attendono finalmente di vedere realizzata la loro casa, acquistata tempo fa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento