rotate-mobile
Attualità

Intercettazioni fra avvocato e cliente, i 'penalisti' baresi scioperano: "Violato diritto alla difesa"

Il consiglio direttivo della Camera Penale di Bari ha deliberato l'astensione dalle udienze per il prossimo 14 ottobre. La decisione dei legali è stata presa in seguito alle presunte registrazioni di dialoghi, fra un avvocato e la sua assistita, effettuate dagli inquirenti

Sciopero degli avvocati penalisti di Bari programmato per il prossimo 14 ottobre: come riportato dall'agenzia Dire, i legali si asterranno dalle udienze per protestare contro l'uso improprio di alcune intercettazioni, fra una avvocato e la propria assistita, registrate e trascritte dagli inquirenti.

Il consiglio direttivo della Camera Penale di Bari ha denunciato la violazione del diritto alla difesa in riferimento a quanto riportato da un quotidiano locale secondo cui un avvocato penalista sarebbe stato intercettato dalla Guardia di Finanza mentre parlava con una cliente indagata per contraffazione e ricettazione: "I colloqui tra un avvocato e la propria assistita sono stati illegittimamente ascoltati dagli investigatori, illegittimamente trascritti in appositi verbali e illegittimamente riprodotti in ulteriori atti processuali".

"L'espressione più alta del diritto di difesa - scrivono i penalisti nella delibera del consiglio direttivo - è rappresentata dalla sacralità del rapporto tra il difensore e il suo assistito, soprattutto nel momento del colloquio, allorché la funzione difensiva diventa scudo della libertà, dovendo essere essa stessa libera. Non vi può essere nessuna giustificazione per quanto è accaduto anche in considerazione del fatto che il contenuto delle conversazioni intercettate tra l'avvocato e la propria assistita non poteva assumere alcuna rilevanza investigativa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intercettazioni fra avvocato e cliente, i 'penalisti' baresi scioperano: "Violato diritto alla difesa"

BariToday è in caricamento