rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità

Fse, sindacati sul piede di guerra: proclamato sciopero per il 3 maggio

Al centro delle contestazioni di Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Faisa Cisal la mancata presentazione del piano industriale e "azioni unilaterali" da parte dell'azienda, accusata di "creare discriminazioni tra i lavoratori"

Una "prima azione di sciopero" per "la mancata presentazione del piano industriale e per le numerose azioni unilaterali da parte dell'azienda Fse". Così in una nota congiunta, le segreterie regionali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Faisa Cisal annunciano lo sciopero indetto per il prossimo 3 maggio. 

"Nonostante l'invito da parte dei sindacati rivolto all'amministratore delegato dott. Luigi Lenci, di intervenire per ristabilire le corrette relazioni industriali - si legge nella nota - a tutt'oggi si riscontra l'assoluta latitanza dell'azienda mirata a perseguire fini e obiettivi a noi oscuri". "Infatti - proseguono i sindacati - assistiamo in questi ultimi giorni ad una continua violazione delle norme contrattuali e legislative che regolano il rapporto di lavoro degli autoferrotramvieri che mirano a creare discriminazioni tra i lavoratori (promozioni e premi economici ad personam, variazioni organizzative dei vari settore)". "In data odierna - concludono - si è tenuto il coordinamento regionale per decidere tutte le iniziative da intraprendere, a sostegno della giornata di sciopero indetto per il 3 maggio".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fse, sindacati sul piede di guerra: proclamato sciopero per il 3 maggio

BariToday è in caricamento