menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scontro treni Andria-Corato, la memoria e il dolore: "Come si può dimenticare?"

Diverse le iniziative in ricordo delle 23 vittime dell'incidente del 12 luglio, ma resta l'amarezza espressa dall'Astip, associazione che riunisce molti familiari delle vittime: "Tre anni di silenzio delle istituzioni"

Sono passati tre anni. Tre anni da quell'afoso 12 luglio, in cui le vite di 23 persone furono spezzate sulla tratta a binario unico della Andria-Corato, nel tragico scontro tra due treni. 51 furono i feriti.

C'era chi, giovanissimo, tornava a casa dopo gli esami, chi era in vacanza e chi invece rientrava al lavoro dopo un periodo di ferie, chi aveva un appuntamento, al quale non è arrivato mai. Volti e storie di vita, unite da un tragico destino. Una delle pagine più nere, più tristi, nella storia della nostra regione. Un dolore che unì tutti i pugliesi, e che ancora oggi si rinnova. Perché è impossibile dimenticare quelle immagini, quel groviglio di lamiere tra gli ulivi e quelle vite spezzate.

A tre anni dalla tragedia, i parenti attendono giustizia. Di recente, molta amarezza ha provocato la ricusazione dei giudici del processo in corso a Trani: una decisione, quella della Corte di Appello di Bari, contro cui alcune parti civili hanno presentato ricorso. 

Per ricordare la tragedia, l'Astip, l'associazione che riunisce parte dei parenti delle vittime, ha pubblicato sulla propria pagina Facebook un video: "Tre anni di dolore. Tre anni di silenzio delle Istituzioni, si sono già dimenticati di loro. 12 luglio 2016, 23 morti e 51 feriti nello scontro frontale tra due treni. Come si puó dimenticare questa immane tragedia?".

Nel corso della giornata, comunque, diverse sono le iniziative organizzate per ricordare le vittime. Una cerimonia si è tenuta in piazza Moro, a Bari, così come a Corato il sindaco della città ha deposto una corona d'alloro nel piazzale della Stazione, intitolato l'anno scorso alle vittime. Una messa si terrà alle 19 nella chiesa di Santa Maria Maggiore, e anche ad Andria nella cattedrale il vescovo della Diocesi monsignor Luigi Mansi presiederà una celebrazione eucaristica.

(foto dalla pagina Fb Astip)


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento