Sabato, 12 Giugno 2021
Attualità

Il Consiglio di Stato blocca nuovo ricorso dei genitori contro Didattica a scelta in Puglia: "Nessun danno grave e irreparabile"

La Regione in una nota: "In sostanza, la deroga regionale introduce non già un regime di 'chiusura' ma una facoltà, di ciascuna famiglia, di scegliere tra la didattica in presenza e la Ddi"

Il presidente della terza sezione del Consiglio di Stato, Franco Frattini,  ha respinto la richiesta di sospensione cautelare dell'ordinanza della Regione Puglia sulla didattica a distanza per ragioni legate alla pandemia Covid. Il ricorso era stato presentato da un'associazione di genitori a seguito di una prima bocciatura avvenuta qualche giorno fa da parte del Tar. di Bari.

"Il Consiglio di Stato - spiega la Regione Puglia in una nota -  ha ritenuto l’insussistenza di un danno 'grave ed irreparabile' per i ricorrenti, in quanto in Puglia la didattica in presenza continua ad essere assicurata, e le famiglie che intendono avvalersene ben possono farlo. In sostanza, la deroga regionale  introduce non già un regime di 'chiusura' ma una facoltà, di ciascuna famiglia, di scegliere tra la didattica in presenza e la Ddi, valutando – come genitori – ogni implicazione di tale scelta per il bene dei propri figli. Il medesimo giudice ha, pertanto, concluso che la previsione opzionale offerta a ciascuna famiglia sia conforme al principio di proporzionalità e precauzione".

--

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Consiglio di Stato blocca nuovo ricorso dei genitori contro Didattica a scelta in Puglia: "Nessun danno grave e irreparabile"

BariToday è in caricamento