rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Scuola, in Puglia si torna sui banchi il 14 settembre: ok al calendario regionale 2022/2023

Via libera della giunta: il termine per le attività didattiche è invece fissato al 10 giugno, ad eccezione delle scuole dell'infanzia

E' stato approvato oggi dalla giunta pugliese il calendario scolastico regionale 2022/2023, dopo l'intesa con le parti sociali. In Puglia si tornerà sui banchi il 14 settembre, mentre il termine delle attività è fissato per le scuole dell’infanzia entro il 30 giugno 2023 e per tutte le altre scuole al 10 giugno 2023.

I giorni di attività scolastica sono fissati in 220 per le scuole dell’infanzia e 203 per tutte le altre scuole (ridotti rispettivamente a 219 e 202 nel caso in cui la Festa del Santo Patrono coincida con un giorno di lezione).

“Oggi la Giunta regionale della Puglia ha approvato, su mia indicazione, due interventi che toccano due priorità assolute nel mio operato di governo. La prima è la scuola con l’approvazione del calendario scolastico regionale che, anche questa volta, abbiamo approvato di concerto con USR Puglia e le organizzazioni sindacali, la cui sinergia è per questa amministrazione ormai un punto fermo. Il secondo provvedimento riguarda lo scorrimento della graduatoria di RIPARTI, una misura straordinaria con cui stiamo provando a costruire un ponte tra le imprese del territorio, gli enti di ricerca e le università, mettendo al servizio della Puglia centinaia di assegni di ricerca applicata.  Oggi, grazie ad una nuova iniezione di risorse, allarghiamo ulteriormente la platea di beneficiare di questa misura che, da un lato consente a tanti ricercatori di fare formazione on the job, facendo un’esperienza sul campo, dall’altra fornisce una risposta al fabbisogno di innovazione delle imprese del territorio. Continua il grande impegno dell’amministrazione regionale nel sostenere il suo sistema universitario e di ricerca inteso come volano per lo sviluppo della Puglia” ha commentato l’assessore regionale al Diritto allo studio, Scuola e Università.

Oltre al calendario scolastico, la Giunta regionale ha approvato, su indicazione dell’assessore al Diritto allo Studio, Scuola e Università, lo scorrimento delle graduatorie definitive di “RIPARTI: assegni di RIcerca per riPARTire con le Imprese”, la misura regionale rivolta alle Università pugliesi e agli Enti pubblici di ricerca per il finanziamento di assegni di ricerca applicata. Grazie ad un nuovo incremento di risorse, sarà possibile ammettere a finanziamento ulteriori progetti di ricerca risultati ammissibili tra quelli candidati. La misura, lanciata dall’Assessorato regionale all’Istruzione e Formazione in sinergia con ARTI lo scorso novembre, rilancia il ruolo determinante che la ricerca riveste sul fronte dell’innovazione e dello sviluppo del tessuto socioeconomico e industriale della Puglia. L’obiettivo è stimolare i soggetti che a diverso titolo operano in Puglia nel campo della ricerca (Università ed EPR) a superare i confini delle loro traiettorie individuali, favorendo l’inserimento nel sistema produttivo regionale di alte professionalità in grado di rispondere ai fabbisogni di innovazione espresse dal territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, in Puglia si torna sui banchi il 14 settembre: ok al calendario regionale 2022/2023

BariToday è in caricamento