menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, ok ai trasferimenti: 800 insegnanti rientrano dal Nord in Puglia

I numeri resi noti dal Miur: oltre 5.500 docenti pugliesi hanno visto accolte le proprie richieste di mobilità. Il 14% tornerà da altre regioni

Quasi 800 insegnanti - 797, per la precisione - pronti a rientrare da altre regioni in Puglia per l'anno scolastico 2019/2020. A rendere noto il dato è il Miur: sono stati in tutto 5.505 i docenti pugliesi che hanno visto accolta la propria richiesta di mobilità. Nella gran parte dei casi, ci saranno spostamenti da una provincia all'altra, ma per il 14% si tratterà di insegnanti che torneranno nella propria regione, rientrando in particolare dalla Lombardia (157), dal Lazio (136) e dall'Emilia Romagna (131).

L'anno scorso sono stati poco più di 700 i docenti rientrati in Puglia. I rientri quest'anno registrano, dunque, un +13%. Inoltre, i risultati della mobilità quest'anno sono usciti con un mese di anticipo rispetto al 2018 e sono stati diffusi in contemporanea per tutti gli ordini e gradi di scuola, non scaglionati come avveniva in precedenza. Negli anni passati, numerose erano state le polemiche  legate ai trasferimenti fuori Regione previsti per le assunzioni in ruolo legate all'applicazione della cosiddetta legge della 'Buona scuola'.

"Anticipare i tempi della mobilità ci consente di dare prima certezze al sistema e agli insegnanti - ha commentato il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Marco Bussetti -  Andiamo incontro alla scuola, agli studenti e alle famiglie, ma anche agli insegnanti, che dedicano la loro vita per preparare i nostri ragazzi al futuro. Quest'anno siamo riusciti, anche grazie ai posti liberati dalla 'Quota 100' a garantire un numero maggiore di rientri".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento