Ragazzo picchiato a Palese, Decaro chiama il padre: "Aggredito perché bitontino"

La versione fornita al primo cittadino dal genitore del 15enne pestato mentre faceva il bagno con gli amici. "Non è con la violenza che si difende il buon nome della città" scrive sui social

"Sei di Bitonto, te ne devi andare da qui". Sarebbero queste, secondo quanto raccontato dal padre della vittima, le parole rivolte dalla baby gang al 15enne picchiato ieri pomeriggio sul lungomare di Palese. A spiegarlo è il sindaco di Bari, che in giornata ha sentito telefonicamente il genitore del ragazzo aggredito, oltre a confermare la collaborazione del capoluogo al sindaco di Bitonto. 

"Non è con la violenza che si difende il buon nome della propria città - commenta sui social il primo cittadino - Azioni di questo tipo il nome di Bari lo calpestano, lo infangano". "Bari è una città che accoglie e che abbraccia, senza chiedere passaporti o certificati di residenza - aggiunge - E quello che avete fatto non ha a che fare né con l’orgoglio né con il senso di appartenenza. Quello che avete fatto ha solo un nome: bullismo. Il passatempo squallido dei vigliacchi, di quelli che sanno fare i duri contro un ragazzino inerme ma se la fanno sotto davanti a qualcuno due taglie più grosso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto dal padre del ragazzo è partita una denuncia alle Forze dell'Ordine per identificare i colpevoli. "Sarete individuati e pagherete per quello che avete fatto - conclude Decaro - Nel frattempo, spero che i vostri genitori pensino ai loro errori, prima ancora che ai vostri. E sappiano rimediare più in fretta possibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro nel ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

Torna su
BariToday è in caricamento