rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Attualità

Bimbo palestinese affetto da Sma da Ramallah a Bari: terapia genica nell'ospedale Giovanni XXIII

Il piccolo resterà nei prossimi 90 giorni in stretto monitoraggio clinico da parte dell'équipe medica del Pediatrico barese

Un bambino palestinese di 10 mesi affetto da Sma di tipo 1 è stato sottoposto all’infusione della terapia genica presso l’ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari e resterà nei prossimi 90 giorni in stretto monitoraggio clinico. A darne notizia è il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

“La terapia - prosegue il presidente - è stata somministrata dal neurologo pediatrico che ha preso in carico il paziente quando è arrivato il 28 marzo a Bari con i suoi genitori. Se il piccolo fosse rimasto a Ramallah, ormai privo della terapia che stava seguendo, la malattia neurodegenerativa non gli avrebbe lasciato speranze di vita. Grazie a una collaborazione istituzionale tra la Regione Puglia e il Governo, nella persona del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, è stato possibile accogliere l’appello dell’Associazione Famiglie Sma e accoglierlo in Italia”. 

“Siamo felici - aggiunge il direttore generale dell’AOU 'Policlinico di Bari', Antonio Sanguedolce - di aver offerto una nuova possibilità di vita a questo  bambino a cui la guerra ha negato cure tempestive e adeguate. Un ringraziamento va anche a medici e operatori sanitari per l’impegno, la professionalità e l’umanità dimostrata anche in questo caso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo palestinese affetto da Sma da Ramallah a Bari: terapia genica nell'ospedale Giovanni XXIII

BariToday è in caricamento