Sotto lo sguardo incantato dei bambini, falchi e civette tornano liberi nel bosco

L'iniziativa venerdì sera presso l'Oasi WWF Il Rifugio di Grumo: liberati diversi esemplari di fauna selvatica precedentemente curati presso l'osservatorio faunistico regionale di Bitetto

C'è chi prende il volo, chi sgattaiola veloce tra l'erba. Per tutti, c'è il ritorno nel bosco, sotto lo sguardo incantato di una platea di grandi e piccini. Così diversi esemplari di fauna selvatica sono stati liberati ieri l'Oasi WWF Il Rifugio di Grumo Appula.

L'iniziativa, che ha visto anche la partecipazione della Facoltà di Medicina Veterinaria di Bari e dei Rangers di Puglia, ha riguardato diversi esemplari di falchi, alcune civette, una poiana, assioli, volpi e ricci, precedentemente tenuti in cura presso l'osservatorio faunistico regionale di Bitetto. Una liberazione avvenuta all'imbrunire, viste proprio le abitudini 'notturne' di molte specie, seguita con attenzione e partecipazione da grandi e bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

Torna su
BariToday è in caricamento