Attualità

Pfizer taglia le forniture di vaccino Covid: tra le regioni più penalizzate anche la Puglia, 11700 dosi in meno

I dati resi noti dal commissario straordinario per l'emergenza, Domenico Arcuri: anche la redistribuzione decisa "in modo del tutto arbitrario" dall'azienda. La Puglia dovrebbe ricevere 18.720 dosi al posto delle 30.420 previste

La Puglia riceverà 11700 dosi in meno di vaccino Pfizer. Sarebbe questo, sulla nostra regione, l'effetto del 'taglio' alle forniture di vaccino Covid annunciato dalla società americana per l'Italia (una decisione che coinvolge tutta l'Europa, presa per ragioni legate alle linee produttive). E' quanto emerge, come riporta Today.it, dalla ripartizione delle dosi resa nota dall'ufficio del Commissario straordinario, Domenico Arcuri, che già ieri aveva annunciato "che farà di tutto per tutelare in il diritto alla salute dei cittadini, riservandosi, in assenza di risposte, ogni eventuale azione conseguente in tutte le sedi" (nei confronti di Pfizer).

Secondo i numeri resi noti, la riduzione per l'Italia nella prossima settimana sarà pari a circa 165mila dosi. Nel comunicato si ribadisce che la decisione di Pfizer è stata "unilaterale" e che la società ha altresì unilateralmente redistribuito le dosi da consegnare ai 293 punti di somministrazione sul territorio italiano. Di conseguenza, e in modo del tutto arbitrario, considerando che era già stato comunicato dal Commissario Straordinario alle Regioni che da lunedì 18 gennaio una fiala avrebbe contenuto 6 dosi di vaccino, come da recenti indicazioni di Ema e di Aifa, nella prossima settimana a fronte delle 562.770 dosi previste, verranno consegnate 397.800 dosi". 

"Inoltre - si legge ancora - l'arbitraria distribuzione decisa dall'azienda, non condivisa né comunicata agli uffici del Commissario, produrrà un'asimmetria tra le singole Regioni, con una differente riduzione delle consegne e con sei Regioni che non subiranno alcuna riduzione". 

Abruzzo, Basilicata, Marche, Molise, Umbria e Valle d'Aosta non dovrebbero subire alcuna riduzione. In Puglia, invece, secondo quanto emerge, dovrebbero giungere 18.720 dosi rispetto alle 30.420 inizialmente previste.  Le regioni più penalizzate sarebbero Emilia Romagna, Lombardia e Veneto, con circa 25mila dosi, poi il Lazio con 12 mila e quindi, appunto, la Puglia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pfizer taglia le forniture di vaccino Covid: tra le regioni più penalizzate anche la Puglia, 11700 dosi in meno

BariToday è in caricamento