Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità

Ventimila test rapidi in arrivo per medici di famiglia e pediatri nel Barese: saranno distribuiti dalla Asl entro l'11 gennaio

A partire da lunedì prossimo i medici di base cominceranno a effettuare i tamponi nei propri studi o in sedi individuate dalla Asl, ma la categoria ha avanzato alcune perplessità su possibili problemi di gestione, legati ad organizzazione e disponibilità delle strutture

Saranno complessivamente 20mila i test rapidi che la Asl Bari distribuirà a medici di medicina generale e pediatri di libera scelta entro l'11 gennaio. A partire da tale data, infatti, i medici di basa dovranno cominciare, sulla base di quanto previsto da un accordo stilato con la Regione a novembre scorso, a effettuare i tamponi rapidi nei propri studi o in strutture individuate dalla Asl. 

I test saranno effettuati su contatti stretti asintomatici al termine della quarantena di dieci giorni, ma i medici dovranno anche prendere in carico il paziente con sintomi Covid e prenotare il tampone molecolare. Potranno inoltre disporre l'isolamento fiduciario ad esito positivo del tampone, stabilendo la data di inizio e fine della quarantena.

Tuttavia, nel corso della riunione tra responsabili dei distretti sanitari e medici di base, avvenuta lo scorso 2 gennaio, questi ultimi hanno sollevato dubbi sull'organizzazione, rilevando possibili carenze e "gravi problemi di gestione" delle strutture individuate allo scopo, dalla mancanza di personale di sicurezza a quella di addetti alla sanificazione. Per Bari città, ad esempio, sarebbe disponibile una sola sede per circa 150 medici, a Carbonara.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ventimila test rapidi in arrivo per medici di famiglia e pediatri nel Barese: saranno distribuiti dalla Asl entro l'11 gennaio

BariToday è in caricamento