rotate-mobile
Attualità

Il futuro dell'area Rai a Ceglie del Campo: l'idea di un grande 'mosaico' verde per sport e tempo libero

Un'occasione per il Municipio IV che non dispone di veri e propri parchi sul modello di altri rioni in città. I due terreni, complessivamente, si estendono per circa 12 ettari

Un'audizione a Palazzo di Città per proseguire il dibattito sul futuro dei suoli Rai nel quartiere di Ceglie del Campo, nel Municipio IV di Bari, aree dalle potenzialità importanti che potrebbero ospitare zone verdi, un parco e spazi per la socialità.

Ieri, l'assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Galasso ha dialogato con i consiglieri in Commissione comunale Trasparenza, presieduta da Antonio Ciaula (Fdi), illustrando le prossime intenzioni dell'amministrazione cittadina. Due le aree interessate dalle possibili progettualità: il primo macrolotto si estende su 77mila metri quadri mentre il secondo (ex area del Cral Rai) è di 44mila mq per un totale complessivo di oltre 12 ettari. Un'estensione più grande, ad esempio, di quella che coinvolge il progetto del futuro parco della Giustizia di Bari alle Casermette.

Sui terreni di Ceglie si trovavano le antenne di trasmissione radio in am della Rai, già da tempo smantellate. C'è anche un edificio di 3300 mq che si presenterebbe, in base anche al sopralluogo effettuato nelle scorse settimane dal sindaco Antonio Decaro, seppur vandalizzato, in buone condizioni: la struttura, abbandonata ospitava apparati trasmittenti e uffici. L'area, inoltre, è dotata di un altro plesso, più piccolo, che ospitava una caserma dei Carabinieri poichè si trattava di infrastrutture di rilevanza nazionale, nonché i resti di impianti sportivi in stato di abbandono ultradecennale: "Sono zone - spiega a BariToday l'assessore Galasso - che non sviluppano cubature e non prevedono espansioni con edifici. La prima vocazione sarebbe quella a verde di un parco e di aree sportive riqualificando i campi esistenti. Gli edifici attuali, inoltre, potrebbero essere riutilizzati per finalità sociali"

Un'occasione per il Municipio IV che non dispone di veri e propri parchi sul modello di altri rioni in città. Il Comune, nelle prossime settimane, intende elaborare una stima, da chiedere ad un agenzia nazionale (si starebbe pensando a Demanio o Entrate) per capire il valore dei luoghi da destinare a un'eventuale acquisizione. Quest'ultima passerebbe dal Consiglio comunale per entrare anche nel bilancio cittadino.

L'idea è quella poi di candidare i futuri progetti a vari bandi per comporre un grande mosaico 'verde' dedicato al tempo libero e allo sport senza dimenticare l'associazionismo: "Qui - rimarca Galasso - c'è anche un impianto arboreo già esistente con alberi piantati decine di anni fa. Da parte nostra c'è un forte interessamento che coinvolge anche altri assessorati come il Patrimonio e l'Urbanistica. Saranno fatte valutazioni per capire lo sforzo economico necessario ma intendiamo rilanciare un'area del Municipio IV che sostanzialmente non ha spazi verdi":

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il futuro dell'area Rai a Ceglie del Campo: l'idea di un grande 'mosaico' verde per sport e tempo libero

BariToday è in caricamento