La torre della Città metropolitana si illumina di viola: l'iniziativa per sensibilizzare sulle malattie croniche dell'intestino

L'evento si terrà domenica 19 maggio, in occasione della Giornata mondiale di sensibilizzazione dedicata alle Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino

La torre illuminata di viola

La Torre dell'orologio del Palazzo della Città metropolitana si illumina di viola. E lo farà domenica 19 maggio, in occasione della Giornata mondiale di sensibilizzazione dedicata alle Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino (MICI). Il viola è infatti il colore simbolo di queste patologie e la struttura affacciata sul lungomare Nazario Sauro si 'vestirà' di quel colore per sensibilizzare e informare l'opinione pubblica sulle condizioni dei pazienti che lottano contro queste malattie debilitanti con lo scopo di migliorarne la qualità della vita con terapie e leggi adeguate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bari segue così l'iniziativa lanciata a livello mondiale dall'European Federation of Crohn’s & Ulcerative Colitis Associations e in Italia dalla Amici onlus, associazione nazionale da oltre vent’anni impegnata nella tutela delle persone affette da malattie infiammatorie croniche dell’intestino e dei loro familiari. Il concept dell'edizione 2019 dell'iniziativa è 'Making the invisible visible', vale a dire 'rendere visibile ciò che è invisibile'. "Patologie quali la Malattia di Crohn e la Rettocolite Ulcerosa, invisibili dall’esterno - spiega la Città Metropolitana in una nota - incidono pesantemente sulla vita delle persone che ne sono affette fino a compromettere la vita lavorativa e familiare. Le MICI colpiscono gli adulti, uomini e donne indistintamente, soprattutto tra i 20 e i 30 anni, ma sempre più spesso insorgono in età pediatrica. In Italia si stima che soffrano di queste patologie circa 250 mila persone. Nel mondo, sono circa sei milioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • Coronavirus, la Puglia registra 23 nuovi casi. Tre positivi nel Barese: "Due già in isolamento, un altro paziente arrivato da fuori regione"

  • "Il Covid colpisce anche d'estate. Sbagliato salutare con baci e abbracci": l'infettivologa invita a non abbassare la guardia

  • Sette nuovi casi di Coronavirus in Puglia (su oltre 2200 test): tre sono in provincia di Bari

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Bari usano... il freddo!

  • Temporali in arrivo nel Barese: la Protezione civile lancia l'allerta meteo gialla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento