menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'area delle ex casermette interessata dal progetto

Polo giudiziario nelle ex Casermette: pronta nuova intesa Comune-Ministero

Il protocollo sarà siglato il prossimo 28 maggio a Roma per fissare tempi e modi della realizzazione del progetto per la nuova sede degli uffici giudiziari

Una nuova sede per gli uffici giudiziari baresi nelle ex Caserme Milano e Capozzi. Il progetto, già al centro di un'intesa sottoscritta nel gennaio 2018 tra il Comune e l'allora ministro della Giustizia Orlando, sembra prendere nuovamente quota. 

Il ministero della Giustizia, infatti, ha convocato a Roma il sindaco Antonio Decaro per il prossimo 28 maggio, per la "sottoscrizione di un rinnovato protocollo" che avrà l'obiettivo - è detto in una nota del dicastero - di "programmare la definitiva sistemazione degli uffici giudiziari di Bari presso l'area di proprietà demaniale delle ex Caserme Milano e Capozzi". Alla stipula del protocollo prenderanno parte il ministro Alfonso Bonafede, il sindaco Decaro, il direttore dell'Agenzia nazionale del Demanio, Riccardo Carpino, e il provveditore interregionale per le Opere Pubbliche Campania-Molise-Puglia-Basilicata, Roberto Daniele. 

La realizzazione di un Polo della giustizia nelle ex Casermette consentirebbe di riunire gli uffici giudiziari - sia penali che civili - in un'unica, a fronte dell'attuale frammentazione che vede la giustizia penale 'disseminata' in otto diverse sedi a Bari e provincia, tra cui l'ex palazzo Telecom, scelto come sede provvisoria all'indomani dello sgombero per inagibilità del Palagiustizia di via Nazariantz e del trasferimento delle udienze in una tendopoli allestita nel cortile. Proprio in quella occasione, Bonafede arrivò a Bari per la sua prima visita ufficiale da ministro, il 7 giugno 2018.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento