rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Attualità

Mercato del Pesce, una mostra permanente legata al territorio arricchirà il nuovo contenitore d'arte contemporanea

Assieme al Teatro Margherita e allo Spazio Murat, comporrà il nuovo polo artistico, ospitando il mercato enogastronomico, residenze artistiche e il terrazzo attrezzati con la caffetteria

Una mostra permanente con opere che valorizzino arte e artisti del territorio. È l’idea che ha preso forma negli ultimi mesi per arricchire gli spazio del nuovo Mercato del pesce in piazza del Ferrarese. Col primo lotto dei lavori oramai completato, col piano terra e il terrazzo già definiti, e il secondo in appalto, emergono i progetti che trasformeranno l’immobile in uno dei tre pilastri del Polo delle Arti Contemporanee assieme al Teatro Margherita e allo spazio Murat. Quello del Mercato del Pesce è probabilmente il più affascinante.

“L’idea di allestire al piano di mezzo una mostra permanente – spiega l’assessora alle Culture del Comune, Ines Pierucci - è evitare sovrapposizioni di focus imprenditoriali nella destinazione d’uso, essendo prevista la presenza di una caffetteria e un esercizio dedito alla ristorazione diventa complicato per questi poter curare mostre temporanee. Così, nel medesimo piano dove sono preiste le stanze per accogliere le residenze artistiche sarà possibile dedicare uno spazio a una mostra permanente legata ad artisti e arte del territorio”. Già nei mesi scorsi l’iniziativa era stata accennata dal sindaco Antonio Decaro che aveva già fatto emergere l’intenzione di spostare anche una parte delle opere della Pinacoteca provinciale, attualmente in deposito, nello stesso piano della residenza artistica. Non è escluso che anche a piano terra, una volta aperti gli spazi dedicati al mercato, si possa organizzare un’anteprima con un’esposizione artistica. Il resto del progetto, comunque legato ai lavori coordinati dal ministero dei Beni culturali, resta quello ambizioso su cui il Comune ha lavorato a lungo.

La gestione assegnata attraverso un bando vedrà l’allestimento a piano terra di stand e banconi con prodotti locali tipici da degustare. Un mercato enogastronomico sul modello della Bouqueria di Barcellona, la caratteristica area mercatale de La Rambla. “Sarà possibile sorseggiare un bicchiere di vino, mangiare del crudo di mare o un piatto di pasta”, aveva spiegato facendo il punto sul cantiere lo scorso anno lo stesso Decaro. Sui due importanti contenitori, Il Teatro Margherita e l’immobile dell’ex Mercato del Pesce, il Comune fa leva per il rilancio culturale definitivo della città. Un passo decisivo in questo senso è stata la procedura di acquisizione delle due strutture da parte dell’ente dopo l’approvazione in Consiglio la scorsa estate.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato del Pesce, una mostra permanente legata al territorio arricchirà il nuovo contenitore d'arte contemporanea

BariToday è in caricamento