Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

"Priorità è didattica in presenza", l'Università di Bari fissa le linee guida per il primo semestre del nuovo anno accademico

L'accesso a tutti gli spazi sarà consentito solo con il green pass oppure presentando il risultato negativo di un tampone effettuato entro le 48 ore precedenti

L'Università di Bari ha fissato le linee guida per la ripresa delle lezioni in presenza con l'avvio del primo semestre dell'anno accademico 2021/2022, consentendo agli studenti di poter tornare in aula nel rispetto delle norme anti Covid; “Per il prossimo anno accademico la piena ripresa dell’attività didattica in presenza è la nostra priorità – ha dichiarato il rettore Stefano Bronzini - uno sforzo importante, ma assolutamente necessario per  ripristinare la pienezza della ricerca e della formazione e della stessa vita universitaria". L'accesso a tutti gli spazi sarà consentito solo con il green pass oppure presentando il risultato negativo di un tampone effettuato entro le 48 ore precedenti. Obbligatoria la mascherina in tutti gli ambienti universitari, ad eccezione per i soggetti che abbiano patologie incompatibili con l’uso di tali dispositivi, attestate con certificazione medica. Inoltre, è vietato l’accesso alle strutture in presenza di sintomatologie respiratorie e con temperatura corporea superiore ai 37,5°C. All’interno degli edifici eÌ raccomandato il mantenimento della distanza di sicurezza di almeno 1 metro.

La capienza in aula sarà al 50% e sarà garantita agli studenti la possibilità di frequentare le lezioni anche online da casa o da aule allestite all'interno delle sedi universitarie. Per la sessione di esami di settembre gli esami orali potranno svolgersi in presenza e da remoto mentre gli scritti saranno svolti esclusivamente di persona,  lasciando facoltà alle Commissioni esaminatrici di stabilire le modalità di svolgimento, tenendo conto di situazioni particolari, quali l’isolamento fiduciario, attraverso la previsione di eventuali modalità di recupero.

Anche i tirocini potranno ancora svolgersi in presenza così come quella degli assegnisti di ricerca e dei laboratori. Per i dottorandi, invece, prevista la doppia modalità remoto oppure di persona. Le sedute di laurea saranno in presenza con un massimo di 5 ospiti per ciascun laureando. Sarà garantita la modalità online nel caso in cui lo studente fosse impossibilitato a raggiungere la sede dell’Università. Fruibili anche biblioteche e sale studioLe riunioni degli Organi collegiali e della contrattazione sindacale continuano a svolgersi in presenza, sempre nel rispetto delle norme di sicurezza previste, garantendo il collegamento telematico per situazioni di fragilità e di isolamento fiduciario .Infine i convegni e le attività similari si svolgeranno nelle sale/aule universitarie con un numero contingentato di partecipanti pari ad un terzo della capienza massima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Priorità è didattica in presenza", l'Università di Bari fissa le linee guida per il primo semestre del nuovo anno accademico

BariToday è in caricamento