menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Dopo giorni di code e scarsa informazione, ce l'ho fatta": Paola, 71enne in terapia oncologica, e il suo vaccino in Fiera

“Al secondo tentativo e dopo sei ore di coda dalle 12 alle 18 insieme ad altre mille persone – racconta Paola Bozzani  - io e mio marito diabetico siamo riusciti a ottenere la nostra prima dose Pfizer"

Dopo giorni di tentativi e un’attesa in coda di sei ore ce l’ha fatta. Paola Bozzani, 71enne in terapia oncologica è riuscita a ottenere la prima dose di vaccino. Lo racconta tra il sollievo e il disappunto per un’organizzazione che ha lasciato più volte a desiderare. Quella alla Fiera del Levante dove c’è l’hub vaccinale allestito dall’Asl di Bari. Saputo della possibilità di vaccino per gli ultrasessantenni e ultrasettantenni la donna, accompagnata dal marito di 66 anni e diabetico da 43. È riuscita a vaccinarsi dopo l’ennesimo tentativo di accedere all’hub. Ci è riuscita mercoledì 14 arile.

“Sei ore di coda in Fiera dalle 12 alle 18 insieme ad altre mille persone – racconta  - ma alla fine ce la abbiamo fatta. Abbiamo ricevuto Pfizer sia io che mio marito, dopo essere stati al Policlinico per ricevere AstraZeneca, ci hanno rimandato alla Fiera perché il protocollo prevede per noi il vaccino Pfizer. Lì finalmente ci siamo riusciti”.

La donna aveva una prenotazione per il 10 maggio e non riusciva a comprendere i giorni scorsi come anticipare i tempi per la propria vaccinazione. Non aveva ricevuto chiamate o avvisi né dall’Asl né dal potale della Regione la Puglia ti vaccina, ma solo con l’ausilio del farmacista di fiducia era riuscita a generare una nuova prenotazione per il 23 aprile.

“Sapevamo di persona più giovani di noi – spiega – anche con patologie simili che erano riuscite a ottenere la somministrazione, mentre attraverso il medico di base non eravamo riusciti a capire come ottenerlo. Per questo in questi giorni avevamo provato alla Fiera almeno per avere informazioni o una nuova prenotazione più prossima, ma dopo essere stati rimandati indietro perché ‘i vaccini per i fuori lista sono terminati’, ci siamo riusciti mercoledì.

Giornata durante la quale si è verificato caos a causa dell’alta affluenza e informazioni non chiare, tanto che l’assessore regionale alla Salute, Pierluigi Lopalco, da giovedì rimosso dalla cabina di regia sui vaccini, si era dovuto scusare con i cittadini.

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento